Serie D, Palmese scatenata sul mercato: preso il promettente cl’ 99 Luca Pellegrino

Ecco i primi movimenti del mercato. La US Palmese ha sottoscritto con gli stessi calciatori un contratto di prestazione sportiva fino al 30 Giugno 2018.

Altro record per la PalmeseUS Palmese comunica che, a seguito di un’attenta riflessione della direzione generale, di comune accordo con lo staff tecnico, unitamente a quelle che sono le dinamiche del mercato, passando al vaglio delle opportunità offerte alle parti in causa (società e tesserati), sono stati perfezionati, in via ufficiale, i primi movimenti della finestra invernale. Negli ultimi giorni, è stata cospicua l’attività del direttore Antonino Laganà, impegnato su più tavoli assieme ai suoi consulenti di mercato. Il budget messo a disposizione dal dott. Giuseppe Carbone è di quelli importanti e servirà tutto il campionario di bravura del dg reggino per rafforzare la squadra in tempi brevi. Carbone ha affidato infatti le chiavi del mercato a un emergente su cui punta molto.

Pertanto, la Palmese ha perfezionato l’accordo con la Cittanovese per il ritorno di Simone Lavilla, classe 1997, che era in prestito ai giallorossi, i quali avevano dato gentilmente il nullaosta perché il giocatore si potesse aggregare già con alcuni giorni d’anticipo ai neroverdi, al fine di integrarsi immediatamente con i nuovi compagni. Lavilla, dopo il centrocampista Giulio Puntoriere (arrivato a novembre), è il secondo acquisto ufficiale della Palmese ed è tra i convocati che sono partiti per la trasferta di Ercolano, sicuramente una pedina fondamentale, nonché un giocatore che conosce l’ambiente e che ha già fatto molto bene l’anno scorso.

luca pellegrino palmeseLa Palmese ha acquisito anche il diritto alle prestazioni sportive del promettente Luca Pellegrino, un baby prodigio ex Cosenza e Messina, classe 1999, che era riuscito a trovare grande continuità ai tempi in cui il direttore Antonino Laganà lo aveva portato al di là dello Stretto, durante il suo apprendistato peloritano, scelta che ha pagato grossi dividendi. Nativo di Cosenza, Pellegrino vanta svariati stage con la Nazionale Italiana, dall’Under 15 all’Under 18 (nella foto), ed è un esterno d’attacco mancino, in grado di saltare l’uomo, dotato di un’ottima tecnica abbinata a un’altrettanta velocità motoria e d’esecuzione, una delle punte di diamante tra gli obiettivi della dirigenza, fortemente voluto dal direttore Antonino Laganà. Negli ultimi mesi ha militato in Eccellenza con l’Amantea.

In difesa, si registrano molte partenze e pertanto una casella è stata aggiunta per l’ingaggio del difensore Gianluca Galullo, classe 1997, ex Cavese, in uscita dalla Vibonese. Nativo di San Marco in Lamis, comune nella provincia di Foggia, il giocatore pugliese è cresciuto nello Spezia e nella Reggiana, prima di trasferirsi al San Severo e prima dell’avventura in Campania. Anche lui darà il proprio contributo alla causa neroverde. Grazie alla sua duttilità, mister Pellicori potrà impiegarlo da centrale e anche in tutti i ruoli della retroguardia, una volta che avrà fatto propri i meccanismi, su cui lo staff tecnico pone estrema cura, al fine di eliminare le disattenzioni riscontrate.

. Sul fronte cessioni, la Palmese ha trovato l’accordo per liberare il centrocampista Luca Di Dionisio, che a malincuore ha lasciato Palmi per una scelta di vita, accasandosi in Friuli, al Cjarlins Muzane, squadra della provincia di Udine. Salutano la squadra anche i terzini Giuseppe Anile, direzione Virtus Vecomp Verona, e Alex Binetti, trasferitosi all’Adriese. Si ritroveranno tutti avversari nel Girone C di Serie D.