fbpx

Serie A, ecco i risultati delle partite di oggi: Inter capolista, Milan all’inferno

  • LaPresse/Moro Francesco
    LaPresse/Moro Francesco
  • LaPresse/Moro Francesco
    LaPresse/Moro Francesco
  • LaPresse/Moro Francesco
    LaPresse/Moro Francesco
  • LaPresse/Jennifer Lorenzini
    LaPresse/Jennifer Lorenzini
  • LaPresse/Jennifer Lorenzini
    LaPresse/Jennifer Lorenzini
  • LaPresse/Gerardo Cafaro
    LaPresse/Gerardo Cafaro
  • LaPresse/Spada
    LaPresse/Spada
  • LaPresse/Tano Pecoraro
    LaPresse/Tano Pecoraro
  • LaPresse/Tano Pecoraro
    LaPresse/Tano Pecoraro
  • LaPresse/Tano Pecoraro
    LaPresse/Tano Pecoraro
/

Milan all’inferno, Inter in paradiso, Fiorentina ok

LaPresse/Moro Francesco

LaPresse/Moro Francesco

Dopo solamente 3 giorni di riposo, la Serie A scende in campo per il 15 turno di campionato già da venerdì con due anticipi molto importanti : Roma-Spal terminata con il risultato di 3-1 in favore dei padroni di casa e il big match Napoli-Juventus deciso dalla rete dell’attesissimo Higuain, grande ex della gara che riapre la lotta scudetto. Sabato sera invece si è disputata la partita tra Torino e Atalanta che, dopo 90’ minuti ad alto ritmo,hanno portato a casa un punto a testa grazie al risultato finale di 1-1 con Ilicic che ha risposto all’iniziale vantaggio granata siglato da N’Koulou.

LaPresse/Tano Pecoraro

LaPresse/Tano Pecoraro

La giornata odierna prevede 5 match: Benevento-Milan alle 12:30, Inter-Chievo, Fiorentina-Sassuolo e Bologna-Cagliari alle 15 ed infine Sampdoria-Lazio alle 20:45. Il lunch match in scena allo stadio Ciro Vigorito regala un risultato sorprendente : il Benevento infatti riesce a conquistare il primo punto della sua storia nella massima serie italiana contro il Milan, allenato per la prima volta da Gennaro Gattuso. I rossoneri riescono a passare in vantaggio grazie al colpo di testa di Jack Bonaventura,tornato al gol dopo quasi un anno; nella ripresa però i padroni di casa impongono il proprio gioco e trovano il pari al 50’ con Puscas che batte da pochi passi un incolpevole Donnarumma. Passano 5 minuti e il Milan, sugli sviluppi di un calcio d’angolo assegnato per colpa di un errore arbitrale, trova la rete del sorpasso con Kalinic che colpisce di testa indisturbato al centro dell’area e batte Brignoli. I rossoneri sembrano in grado di poter portare a casa la vittoria ma, al minuto 95’, Abate stende D’Alessandro e concede l’ultima occasione ai padroni di casa. Sugli sviluppi del calcio di punizione accade l’impensabile : Brignoli viene esortato da tutto lo stadio a spingersi in avanti ed è proprio lui, con una torsione da attaccante puro, a insaccare il pallone nella porta del suo collega Donnarumma per il gol che vale il 2-2 finale e il primo meritatissimo punto dei campani in questo campionato. Mentre la sponda rossonera di Milano piange, quella nerazzurra sorride grazie alla vittoria per 5-0 ai danni del Chievo che consegna ai nerazzurri la vetta solitaria in classifica. I padroni di casa archiviano la pratica già nella prima frazione di gioco con le reti di Perisic e del solito Mauro Icardi, vero trascinatore della squadra di Spalletti.

LaPresse/Moro Francesco

LaPresse/Moro Francesco

Nella ripresa l’Inter dilaga con Skriniar e Perisic che sigla altre due reti che valgono la tripletta personale e il sorpasso in classifica sul Napoli. Con questa larga vittoria dunque l’Inter si prepara al meglio in vista del match scudetto di sabato prossimo in scena all’Allianz Stadium di Torino contro i campioni in carica della Juventus distanti solamente 3 punti. Torna alla vittoria anche la Fiorentina di Stefano Pioli che sconfigge per 3-0 il Sassuolo, apparso sottotono e rinunciatario sin dai primi minuti di gioco nonostante la preoccupante situazione in classifica. Apre le danze il “Cholito” Simeone con un gran colpo di testa su preciso cross dalla destra di Laurini e poi ci pensa Veretout a siglare il gol che manda le squadre al riposo sul risultato di 2-0. Nel secondo tempo il Sassuolo non reagisce ma anzi si lascia travolgere dall’entusiasmo dei Viola che trovano anche il definitivo sigillo con la stellina Federico Chiesa che mette in cassaforte i 3 punti, in una partita in cui il risultato non è mai stato in discussione. Infine Bologna e Cagliari non si fanno del male e concludono il match sul risultato di 1-1 al termine di una partita caratterizzata da molti errori difensivi e poche occasioni da gol. Gli ospiti passano in vantaggio al 42’ con Joao Pedro che batte Mirante con un destro chirurgico ad incrociare; nella ripresa però, a 10 minuti dalla fine, il Bologna riacciuffa il pareggio con il secondo gol stagionale di Mattia Destro che sfrutta la dormita colossale della retroguardia cagliaritana e anticipa di testa l’uscita del portiere scavalcandolo con un preciso pallonetto per il definitivo 1-1. In serata si disputerà il match Sampdoria-Lazio dal profumo d’Europa ma la giornata di campionato si concluderà solamente domani sera con i posticipi Crotone-Udinese alle 19 e Genoa-Hellas Verona alle 21.

Claudio Corso