fbpx

Serie A: la Juve balza al secondo posto, disastro Milan, vittoria del Crotone

LaPresse/Francesco Mazzitello

La Serie A torna in campo nel fine settimana per il 17 turno di campionato. Negli anticipi del sabato arriva la prima sconfitta della stagione per l’Inter, travolta per 1-3 dall’Udinese mentre Napoli e Roma rispettano i pronostici e vincono rispettivamente 0-3 contro il Torino e 1-0 contro il Cagliari

LaPresse/Francesco Mazzitello

LaPresse/Francesco Mazzitello

Dopo i match infrasettimanali valevoli per gli ottavi di Coppa Italia, la Serie A torna in campo nel fine settimana per il 17 turno di campionato. Negli anticipi del sabato arriva la prima sconfitta della stagione per l’Inter, travolta per 1-3 dall’Udinese mentre Napoli e Roma rispettano i pronostici e vincono rispettivamente 0-3 contro il Torino e 1-0 contro il Cagliari con il gol fortunoso di Fazio al 94’; i partenopei riprendono la vetta solitaria della classifica mentre la Roma raggiunge quota 38 punti con una partita da recuperare. La domenica calcistica ha in programma il lunch match delle 12:30 Hellas Verona-Milan e 4 match alle 15 : Bologna-Juventus, Fiorentina-Genoa, Sampdoria-Sassuolo e Crotone-Chievo. Sprofonda nel baratro il Milan di Gattuso, che non bissa il successo per 3-0 ottenuto in Coppa Italia proprio contro i veronesi, e viene sconfitto con il medesimo risultato dalla squadra di Pecchia al Bentegodi. I padroni di casa passano in vantaggio sugli sviluppi di un corner dove Caracciolo viene lasciato libero di svettare e insaccare alle spalle di Donnarumma; nella ripresa ci si aspetta una reazione da parte dei rossoneri che invece subiscono il gol del raddoppio del “Millennial” Moise Kean, classe 2000, in prestito dalla Juventus. Al 77’ arriva addirittura il tris siglato da Bessa che finalizza al termine di uno straordinario contropiede diretto da Romulo. Oltre il danno, al 91’ arriva anche la beffa per Gattuso che dovrà fare a meno di Suso nel prossimo turno, espulso con l’ausilio del VAR per un intervento duro su Verde. Vittoria senza problemi per la Juventus a Bologna che mette in cassaforte i 3 punti grazie alla magia di Miralem Pjanic da calcio piazzato e di Mandzukic imbeccato alla perfezione dal bosniaco ma, in entrambe le reti, sono evidenti gli errori di Mirante che hanno agevolato i campioni d’Italia. Nella ripresa, la Juve amministra senza affanni il vantaggio e trova anche il gol del definitivo 0-3 con Matuidi, al primo gol in Serie A con un tiro angolatissimo che non lascia scampo al portiere rossoblù. A sorpresa, sconfitta interna all’ultimo respiro per la Sampdoria che viene battuta per 0-1 dal Sassuolo con il gol di Matri al 89’. Poco prima gli ospiti avevano avuto l’occasione di passare in vantaggio dagli 11 metri ma Politano si è lasciato ipnotizzare da Viviano, nel proseguo dell’azione Torreira tocca il pallone con la mano ma incredilmente il VAR non esamina questo intervento facendo scatenare l’ira dei neroverdi che, nonostante le polemiche, riescono a passare meritatamente in vantaggio con il subentrato Matri che sigla il gol della seconda vittoria consecutiva che permette al Sassuolo di allontanarsi dalla zona retrocessione. Buona la prima per Walter Zenga sulla panchina del Crotone, con i calabresi che vincono 1-0 grazie al tocco sottomisura a porta sguarnita di Budimir verso la fine del primo tempo che regala ai pitagorici 3 punti pesanti nella lotta salvezza. Termina invece 0-0 Fiorentina-Genoa con la squadra di casa che forse avrebbe meritato qualcosa in più per la qualità del gioco e le occasioni create nell’arco dei 90 minuti. In serata, Benevento-SPAL alle 18 e Atalanta-Lazio alle 20.45 chiuderanno la giornata di campionato che regala una nuova capolista nella fantastica bagarre per lo scudetto, il Napoli di Maurizio Sarri.

Claudio Corso