San Filippo del Mela: raggiunto l’accordo tra sindacati e Centrale Elettrica

Raggiunto l’accordo tra Cgil, Cisl e Uil e la Centrale elettrica A2A di San Filippo del Mela, in via di risoluzione la vertenza per 14 lavoratori dell’indotto

san-filippo-del-melaSottoscritto questa mattina in Sicindustria un importante accordo tra i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Giovanni Mastroeni, Antonino Alibrandi e Ivan Tripodi, con la Centrale Elettrica A2A di San Filippo del Mela. 
Secondo quanto prevede l’intesa, verranno monitorati con incontri periodici a cadenza annuale le attività, gli investimenti e gli appalti della Centrale per avere tutte le informazioni utili a garantire l’efficienza del lavoro e la piena occupazione anche dell’indotto. Lo stesso accordo consente di affrontare preventivamente possibili problemi occupazionali che potrebbero nascere dalla scadenza degli appalti con le aziende dell’indotto, evitando così di intervenire solo dopo il licenziamento dei lavoratori per scongiurare episodi come quelli che si sono verificati negli ultimi mesi con una quindicina di lavoratori che sono rimasti fuori dal ciclo produttivo per la cessazione degli appalti. Per questi lavoratori, protagonisti di un lungo sciopero da oltre un mese fuori dai cancelli della Centrale, si lavora ad una soluzione per farli rientrare al lavoro.
Nell’accordo con Cgil, Cisl e Uil, l’A2A Energiefuture si impegna ad operare nella gestione degli affidamenti in appalto attraverso un’attenta qualifica dei fornitori finalizzata alla selezione delle imprese basata su stringenti requisiti di legalità, sicurezza del lavoro, rispetto dell’ambiente, solidità finanziaria, competenza tecnica e congruità dell’offerta economica.