Retrocessione e tre punti di penalizzazione per Catanzaro e Avellino: questa la richiesta della Procura federale

catanzaro-avellino Procura federale

Retrocessione e tre punti di penalizzazione per Catanzaro e Avellino. Questa la richiesta della Procura Federale in merito alla presunta tentata combine di Catanzaro-Avellino del maggio 2013

catanzaro-avellino Procura federaleE’ iniziato alle ore 10 il dibattimento a Roma presso il Tribunale Federale Nazionale, riguardo la vicenda, nota da mesi,   relativa alla presunta tentata combine di Catanzaro-Avellino del maggio 2013. Deferiti per il presunto illecito sportivo,  il presidente Walter Taccone ed il direttore sportivo Vincenzo De Vito per l’Avellino. Per il Catanzaro a giudizio con la stessa accusa l’ex patron Giuseppe Cosentino, l’ex ds Armando Ortoli e l’ex calciatore Andrea Russotto. Secondo la Procura Federale avrebbero concordato il pareggio per la gara del 5 maggio 2013 conclusasi poi con la vittoria dei biancoverdi che festeggiarono la promozione in B. La richiesta della Procura Federale per il club giallorosso che purtroppo, significherebbe retrocessione immediata e 3 punti di penalizzazione al prossimo campionato di serie D.

La richiesta della Procura Federale – Catanzaro: “Chiediamo per il Catanzaro la retrocessione all’ultimo posto in classifica, si chiede inoltre la penalizzazione di di tre punti nella stagione sportiva successiva in ragione della responsabilità oggettiva e della pluralità di soggetti coinvolti”.

La richiesta della Procura Federale Avellino: La Procura Federale sull’Avellino: “Chiediamo per l’Avellino la retrocessione all’ultimo posto in classifica, si chiede inoltre la penalizzazione di di tre punti nella stagione sportiva successiva in ragione della responsabilità oggettiva e della pluralità di soggetti coinvolti”.