Reggio Calabria, ulteriori chiarimenti dettagliati dell’ing. Domenica Catalfamo sulla notizia del rinvio a giudizio

L’ing. Domenica Catalfamo, Dirigente Settore 12 Viabilità-Trasporti – Catasto Strade della Città Metropolitana di Reggio Calabria, dopo la notizia del rinvio a giudizio, afferma che “non sono stata rinviata a giudizio”

strada dopo incidente 1In riferimento alla notizia pubblicata il 15 dicembre, l’ing. Domenica Catalfamo, Dirigente Settore 12 Viabilità-Trasporti – Catasto Strade della Città Metropolitana di Reggio Calabria, afferma che: “Senza entrare in alcun modo nel merito di quanto sarà oggetto di esame nella fase preliminare del giudizio, si evidenzia in maniera oggettiva che nella richiesta di archiviazione i Carabinieri delegati ed il Pubblico Ministero avevano rilevato come dagli atti emergesse chiaramente che il decesso fosse avvenuto per un sinistro autonomo, che il parapetto fosse stato danneggiato proprio dall’urto del veicolo e che non fossero emersi elementi tali da poter far ricondurre le cause del sinistro alle condizioni della strada o a difetti di manutenzione. Tutte le argomentazioni di parte e tutte le risultanze tecniche successive dovranno essere esaminate dalla magistratura, unico organo competente e in cui si ripone ogni più ampia fiducia.

Premettendo che è la seconda volta in un anno che l’azienda in questione inoltra a tutte le testate giornalistiche locali un comunicato sull’argomento,  certamente non è  facile accettare che, in un momento in cui non vi era alcuna nuova circostanza da comunicare, uno studio privato che ha già proceduto ad un proprio autonomo processo sommario possa darne tale risalto mediatico, con obiettivi tanto spregiudicati, quanto palesi. Si ritiene che le disinibite e reiterate scelte di comunicazione dell’azienda privata in questione, siano fortemente lesive della dignità professionale della scrivente dirigente, già individuata da tale azienda quale “colpevole” dell’anomalo sinistro, nonché dell’immagine dell’Ente che la sottoscritta rappresenta. Cordialmente Domenica Catalfamo”.