fbpx

Reggio Calabria: grande successo per la giornata di riflessione “Insieme per non dimenticare” [FOTO]

/

L’Istituto   Comprensivo   Statale   “De Amicis   –Bolani”   di   Reggio   Calabria ha organizzato una giornata di riflessione che apre il cammino che porterà alla celebrazione delle “giornate della memoria e del ricordo”

giornata memoria spanò bolaniL’Istituto Comprensivo Statale “De Amicis – Bolani” di Reggio Calabria ha organizzato il 14 dicembre 2017 presso la sala “Calipari” di Palazzo Campanella una giornata di riflessione che apre il cammino che porterà alla celebrazione delle “giornate della memoria e del ricordo”. Da sempre l’Istituto DeAmicis – Bolani pone particolare attenzione nel proprio progetto educativo a percorsi che mirino ad implementare e rafforzare le educazioni alla cittadinanza attiva, all’inclusione, al recupero di tutte quelle virtù civiche che sono alla base dello sviluppo di una personalità matura e profonda. Attraverso questa manifestazione l’Istituto ha voluto dare voce a tutte le ingiustizie del passato attraverso il ricordo delle vittime della Shoah e contestualmente divulgare il messaggio che simili atrocità non debbano ripetersi nel presente e nel futuro. Gli alunni hanno letto e commentato i passi più significativi del libro della Shoah “Ogni bambino ha un nome” dell’autrice Sarah Kaminski. Il  coro “Doremi” diretto dal M.stro Vincenza Cuzzola ha regalato momenti di emozione interpretando magistralmente gli inni nazionali Italiano ed Israeliano ed a seguire brani in lingua ebraica. La manifestazione fortemente voluta dal Dirigente Scolastico Prof. G. Romeo ha avuto come Ospiti e relatori: Il Sindaco della città Metropolitana Avv. Giuseppe Falcomatà, l’Avv. Ugo Massimilla in rappresentanza del Consiglio Regionale della Calabria, la dott.ssa Mirella Nappa Dirigente Ufficio Scolastico Regionale della Calabria, la Dottoressa Sara Ghilad, Prima Assistente dell’Ufficio Affari Pubblici e Politici dell’ Ambasciata Israeliana a Roma la quale ha portato i saluti di S.E. Dottoressa Ofra Miriam Farhi Ministro plenipotenziario e Vice Ambasciatore dell’Ambasciata d’Israele presso la Repubblica Italiana e relazionato sui vari momenti delle deportazioni e della vita all’interno dei campi di concentramento.

Il Dott. Tullio Levi ,membro e fondatore del centro “Primo Levi” di Torino, che assieme alla moglie Silvia Finzi hanno ricordato la loro esperienza personale durante gli anni della persecuzione attraverso documenti appartenenti alle loro famiglie. La Prof. Sarah Kaminski ha illustrato la finalità del suo libro che è quella di evitare di perdere di vista il fatto che la Shoah non è una questione di soli Ebrei ma di tutti. L’opera è frutto di un lungo percorso di studio e ricerca su storia e cultura ebraica e di approfondimento sul tema specifico della Shoah, con una particolare attenzione al mondo dell’infanzia. Doveroso, ha affermato la Prof.ssa Kaminski, restituire il nome e il volto ai bambini deportati come una massa anonima. Il Dr. Antonio Porcaro Presidente dell’Associazione Italia –Israele di Reggio Calabria ha relazionato sul concetto della Shoah e sottolineato l’importanza dello   studio e della conoscenza , perché la memoria, qualunque memoria , si costruisce sulla base del sapere. Il Dirigente Scolastico Prof. Giuseppe Romeo ha concluso i lavori ricordando che la Giornata della Memoria non serve solo a commemorare quei milioni di persone uccise crudelmente e senza nessuna pietà quasi 80 anni fa ma serve a ricordare che ogni giorno esistono tante piccole discriminazioni verso chi sembra diverso da noi. Spesso noi stessi ne siamo gli autori, senza rendercene conto. Il messaggio che la scuola oggi ha voluto mandare, in occasione della Giornata della Memoria, è quello di non abbassare mai la guardia. Bisogna anche con i più giovani , rielaborare quanto è successo durante le deportazioni e nei campi di concentramento , dobbiamo sempre essere vigili e mettere in campo ogni possibile azione contro il razzismo e contro le violenze di ogni genere.