fbpx

Reggio Calabria: grande successo per il concerto Gospel organizzato dalla Fondazione ” Giuseppe Marino”

 Grande successo a Reggio Calabria per il concerto Gospel organizzato dalla Fondazione ” Giuseppe Marino”

Albero nataleLa goccia che fa traboccare il vaso cade intorno alle ore ventitré dell’ennesimo ventisei dicembre della storia reggina. Con quel suo ammaliante e tenero sorriso afroamericano Dr. Eric B. Turner esorta il pubblico a “lasciarsi andare al ritmo di musica”. The Harlem Voices, capitanati proprio da Dr. Eric B. Turner danno vita all’intramontabile “When the saints go marching in”: il pubblico, che gremisce, fino all’inverosimile, il Teatro cittadino, abbandona le poltroncine, lasciandosi così trascinare da note e parole che gli artisti sul palco vivificano in maniera magistrale. In una novantina di minuti, The Harlem Voices e Dr. Eric B. Turner ammaliano il vastissimo uditorio, lo fan ballare e cantare, lo esortano a vivere, nella propria esistenza, la gioia e la speranza, l’amicizia e quel desiderio, forse troppo spesso accantonato, di abbracciare quanti ci vogliono bene. Sarebbe impensabile elencare, anche soltanto i titoli, di tutti i punti di una ricchissima scaletta, fatta di pezzi intramontabili e di chicche melodiche che soltanto loro potevano rendere indimenticabili. E al termine del concerto, sulle scalinate del Cilea, un entusiasta Antonio Marino, presidente della Fondazione Giuseppe Marino, che ha ideato e realizzato lo spettacolo, chiosa: “una serata strepitosa, che resterà per sempre impressa nella storia della nostra Fondazione, non nuova a proporre eventi di caratura internazionale, durante l’anno e specialmente sotto Natale. E non dimentichiamoci del nobile fine che sta alla base dell’evento: raccogliere fondi a favore della onlus “Andrea’s dream”, un’associazione che vive a Saline ed opera in campo nazionale, per racimolare soldini per poter sconfiggere la leucemia, quel maledetto male che ha strappato a questa Terra a poco più di vent’anni quell’Andrea che dà il nome all’associazione. E la nostra fondazione, intitolata ad un uomo, Giuseppe Marino, mio padre, che nella sua vita ha sempre lottato per il riscatto e la rinascita degli ultimi, entrata in contatto con la “Adrea’s dream”, stasera rappresentata dalla vicepresidente dottoressa Romeo, non poteva far finta di nulla: ed eccoci qui, a raccogliere i frutti di un buon lavoro, e di un cospicuo contributo donato alla onlus, figlio di un Cilea gremito fin su al tetto…”