Reggina | Rinnovi, futuro e l’attuale flessione amaranto, parla Salvatore Basile: “non posso fare processi alle intenzioni”

basile reggina

L’incertezza del futuro con le difficoltà del presente. le parole del Coordinatore dell’area tecnica Salvatore Basile nella conferenza stampa del mercoledi

basile regginaNessuna comunicazione ufficiale da parte del Coordinatore dell’area tecnica Basile ma solo un confronto con gli organi di stampa riguardo al delicato momento  che sta attraversando la compagine amaranto. Così, le prime domande dei  presenti , puntano direttamente allo stato attuale soprattuto di alcuni elementi della rosa che nel prossimo mercato potrebbero lasciare la Reggina, si fa riferimento ovviamente al duo Porcino/De Francesco:

Non credo ad oggi sia un argomento così rilevante o così importante...Bisogna torvarsi ancora le parti non si sono incontrate, parliamo di due professionisti esemplari e a breve vi diremo quelle che saranno le nostre decisioni, quelle che saranno le decisioni dei ragazzi e del futuro. Nel momento in cui  faremo il punto ve lo riferiremo però ad oggi, non credo che questo sia il problema più grande della Reggina. Sui su probabili rumors volontà deglli stessi a lasciare la Reggina Calcio Basile afferma: Noi abbiamo proposto il rinnovo di contratto, loro uficialmente non hanno comunicato nulla ma appena parleranno in modo ufficiale ve lo comunicheremo: non posso fare porcessi alle intenzioni”

Dopo il rinnovo di contratto  al tecnico Maurizi fino al 2019 si attende anche il rinnovo di Basile?

“Ho sempre parlato con la società a medio-lungo termine, ripeto secondo me ad oggi,sono altre le cose importanti. Si cambia subito argomento passando ad esaminare l’aspetto  tecnico/tattico rispetto a quello visto nelle ultime gare: Penso che nel calcio quando le cose vanno bene è tutto tranquillo e sereno, quando non vanno bene emergono problemi difficolta e cose impensabili; fa parte del gioco … semplicemente sò che questa squadra  oggi stia seguendo un percorso, si è iniziato in maniera brillante forse adesso qualcuno ha pensato incosciamente di essere piu forte rispetto alle proprie potenzialità ….in un gruppo di ragazzi molto ma molto giovane. Dall’inizio abbiamo deciso di puntare sui giovani; con la proprietà abbiamo fatto una scelta e sapevamo di poter andare in difficoltà, è normale ed oggi da un punto di vista oggettivo siamo in diffilcoltà. Tutto dopo un cammino piu che buono e terminato solo con la partita con l’Akragas. Un  momento di flessione soprattutto legato alle ultime 2 partite e considerando che dobbiamo salvarci, possiamo farlo anche all’ultima giornata”

Come si interviene? Come risolvere questo momento di flessione?

“A tutti i problemi ci sono delle soluzioni, ad oggi dobbiamo lavorare ancora molto, fare quadrato su di noi  e lavorare sulla testa dei ragazzi e sul campo. L’importante è cercare di trovare qulla scintilla e quell’episodio che in questo momento ci serve per fare punti e riprendere fiducia, io non vedo questo grandissimo disfattismo anche se siamo oggettivamente in un momento di grande diffficoltà anche se abbiamo perso qualche giocatore strada facendo. Mi sembra una situazione alquanto normale” 

Ci sono limiti tacnico/tattici e delle carenze evidenti. Avete pensato di modificare anche l’assetto di questa squadra?

“Numericamnete c’è da risolvere il problema, perchè abbiamo perso due giocatori e certyamente verranno rimpazziati. Tra 20 giorni faremo il punto per capire se  c’è da intervenire in altri ruoli o meno. Il resto lo vedremo piu in la, crediamo nei giocatori che abbiamo.  A gennaio cercheremo di fare degli interventi puntando sull’esperienza”. Approposito di rinnovo Salvatore Basile fa una disamina sulla motivazione e la tempestività che ha spinto la società amaranto a rinnovare prima della garra contro la Sicula Leonzio il contratto a ad Agenore Maurizi:

Il Rinnovo è un segnale alla squadra, è arrivato adesso perchè siamo sodisfatti per quello che è stato fatto con i ragazzi dal punto di vista tecnico-tattico. Noi volevamo semplicemente consolidare il rapporto per far capire come segnale che noi crediamo nel mister a prescindere dal risultato. Volevamo far capire al mister stesso che crediamo in lui e che continueremo su questa squadra. Noi abbiamo ritenuto che quello potesse essere il momento più adatto.

Nuove sirene intorno a Bianchimano, cosa può dire a riguardo?

“Oggi mi sembra inopportuno parlare di questo, nel senso che Andrea è un nostro patrimonio, è un ragazzo che abbiamo voluto fortemente e  che sta facendo un percorso migliorativo impressionante ….ma in questo momento non mi va di parlare di questo perchè mi sembra irrispettoso nei confronti degli altri.  A gennaio vedremo, di sicuro è un ragazzo attenzionato da tante squadre”