fbpx

Cinquefrondi (Rc): premio per la letteratura e diploma in lingua francese per gli studenti del “Rechichi”

premio letterario rechichi

Premio per la letteratura e diploma in lingua francese per gli studenti del “Rechichi”. Due i primi posti al concorso “Amore perverso” per la sezione musicale

premio letterario rechichi Ancora premi e riconoscimenti per le studentesse del Liceo Statale “Giuseppe Rechichi” di Polistena, sezione musicale di Cinquefrondi. Al concorso letterario “Amore Perverso” Stefania Costantino, di VAM, e Antonella Giacobbe, di III AM,  hanno ottenuto entrambe il primo premio per le sezioni  racconto e  poesia. Il riconoscimento è stato conferito nell’ambito del progetto “L’arte che parla”, organizzato dall’associazione “Nuova Anoia”, in collaborazione con il sito web Scrittura e Dintorni, con il patrocinio del Comune di Anoia. Il concorso ha coinvolto gli istituti superiori in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, per indurre i giovani a riflettere sull’importanza del rispetto nei confronti dell’universo femminile. Per gli studenti dell’indirizzo linguistico, invece, mercoledì scorso, la consegna dei diplomi Delf in lingua francese, per i livelli A2 e B1. La manifestazione è stata organizzata dal Centre de Passation dell’Alliance al Liceo Classico “Tommaso Campanella” di Reggio Calabria. Diciassette in tutto i ragazzi che hanno superato la prova e che hanno ritirato il diploma accompagnati dai docenti formatori, professori Antonino Bongiovanni, Ermina Albanese e Mirella Morelli.

«Dopo il successo del concerto tenuto a Rizziconi sabato scorso, altri importanti risultati per gli studenti del Liceo – commenta il Dirigente Scolastico Francesca Maria Morabito. La nostra scuola prepara i ragazzi a vivere il territorio e a spendersi nel sociale, sensibilizzandoli alle questioni più significative che riguardano il mondo contemporaneo. Le certificazioni linguistiche – invece- fanno parte del più ampio programma didattico che il Rechichi offre per tutti gli indirizzi di studio, consapevoli della loro importanza per l’inserimento dei nostri giovani nel mondo del lavoro e nel percorso universitario».