fbpx

Messina Servizi, Cgil: “I lavoratori non siano gli unici a cui viene chiesto un sacrificio”

messinambiente-lavoratori-al-comune

CGIL e FPCGIL esprimono moderato apprezzamento sulla riunione tenutasi ieri presso la Messinambiente: “I lavoratori non siano gli unici soggetti a cui nell’immediatezza viene chiesto un sacrificio per situazioni debitorie di cui non sono assolutamente responsabili”

messinambiente-lavoratori-al-comuneLa FP CGIL, la RSU FPCGIL e la CGIL  durante la riunione tenutasi ieri presso la Messinambiente per discutere i contenuti delle proposte di transazione che dovranno firmare i 488 lavoratori della Messinambiente hanno espresso un cauto ottimismo per i passi avanti fatti. “Oggi ci siamo fatti carico- dichiarano Francesco Fucile, Carmelo Pino e Clara Crocè- di rappresentare alla Messinambiente e al prof. Parrinello che assiste legalmente la società, il grave disagio presente tra i lavoratori per la confusione creatasi sull’argomento transazioni, ex artt.410 e 411 c.p.c., ed abbiamo richiesto che fosse rivalutata la posizione dei lavoratori sulle modalità di pagamento del TFR maturato. In sostanza abbiamo chiesto che i lavoratori perdano la condizione di unico soggetto che in questo momento è chiamato a fare dei sacrifici e che si decida di liquidare una parte del TFR immediatamente a ciascun lavoratore. La Società si è riservata di decidere sulla questione e sugli altri temi trattati tra cui quello del contenzioso, che riguarda solamente 70/80 lavoratori, per cui ancora rimangono sostanziali differenze di vedute tra le parti sindacali presenti al tavolo e sulle modalità con cui verranno trattate le singole posizioni debitorie dei lavoratori nei confronti di Finanziarie e/o altri soggetti. Abbiamo chiesto che si decida nel più breve tempo possibile- dichiarano Francesco Fucile, Carmelo Pino e Clara Crocè- e che il tema della modalità con cui i lavoratori dovranno transitare alla Messina Servizi non rappresenti l’unico motivo di discussione ma si scelga la soluzione più idonea a tutelare i lavoratori e i livelli occupazionali. La Società e il legale si sono riservati di decidere entro la giornata di domani e per questo saremo riconvocati per la definitiva sottoscrizione del verbale di accordo sindacale”.