Messina, oggi a Torre Faro le deposizione della targa commemorativa alla statua sommersa del Bambino Gesù [FOTO e VIDEO]

L’iniziativa, fortemente voluta dal Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber” è  si è resa possibile grazie al contributo dei militari del Nucleo Carabinieri Subacquei di Messina e la partecipazione congiunta dei nuclei sommozzatori delle altre Forze Armate, di Polizia e dei Vigili del Fuoco presenti nel capoluogo

 Deposizione Corona Carabinieri MESSINAAlle ore 09.00 di quest’oggi, nello specchio marino antistante la località Torre Faro a Messina, è stata deposta una corona d’alloro e di una targa commemorativa alla statua sommersa del Bambino Gesù, ubicata su quel fondale a 5 metri di profondità. L’iniziativa, fortemente voluta dal Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber” è  a carattere interforze e si è resa possibile grazie al contributo dei militari del Nucleo Carabinieri Subacquei di Messina e la partecipazione congiunta dei nuclei sommozzatori delle altre Forze Armate, di Polizia e dei Vigili del Fuoco presenti nel capoluogo: Marina Militare –(MARIGENIMIL) di Augusta e (MARISUPLOG) di Messina, Guardia Costiera-Messina, Guardia di Fianaza- Comando Stazione Navale “MariSicilia” – Messina, Questura – squadra nautica e nucleo sommozzatori – Messina, Comando Provinciale Vigili del Fuoco Messina e Comando Polizia Municipale Messina. Da segnalare, inoltre, l’impiego di unità navali varie dei citati reparti che assicureranno il necessario supporto in superficie. All’iniziativa è prevista la partecipazione di autorità militari e cittadini e di scolaresche che hanno accompagnato tutto il gruppo di subacquei. Durante la mattina si è svolto un momento di raccoglimento che precederà l’immersione, con la preghiera e la benedizione della corona e della targa, a cura del cappellano militare dei carabinieri Don Rosario Scibilia. All’evento hanno partecipato il Comandante Interregionale Carabinieri “Culqualber”, Gen. C.A. Luigi Robusto, il prefetto di Messina Francesca Ferrandino, l’arcivescovo di Messina Mons. Giovanni Accola, il Sindaco di Messina Renato Accorinti ed i vertici delle forze di Polizia e delle forze armate del Capoluogo.