Maltempo, il meteorologo: “Dicembre sarà freddo e nevoso”

Natale sotto la neve, “dicembre come nevicate sembra promettere proprio bene”. Parola del meteorologo Paolo Ernani

freddo-cold-weather1-238x178Natale sotto la neve, “dicembre come nevicate sembra promettere proprio bene“. Parola del meteorologo Paolo Ernani, secondo il quale in questi primi giorni del mese l’Italia sta accusando “una flessione delle temperature rispetto alla media del periodo: quasi -2° gradi centigradi”. Intanto, la neve si è già fatta vedere. “L’arco alpino, e più sporadicamente anche parte della dorsale appenninica sono ricoperti in media già da 80/90 centimetri di neve, situazione che farà certamente felici molti albergatori sia per le imminenti festività natalizie e sia per la stagione sciistica in generale“, spiega il colonnello Ernani illustrando la situazione meteorologica di novembre. Le piogge, che non sono mancate il mese scorso, “si riporteranno con dicembre – rivela Ernani – su livelli non molto lontani dalla normalità idrica in diverse zone del nostro Paese, già sin troppo penalizzate dalla siccità dei mesi precedenti”. Sotto l’aspetto termico novembre si è rivelato relativamente fredde. “Il giorno più caldo si è avuto il 4 novembre con 13,78°C mentre il più freddo il 28 novembre con 6,14°C, segnando con ciò un calo medio su tutta la penisola di ben 7,64° gradi centigradi tra i due giorni”, dice Ernani. Per quanto riguarda il dato mensile, “novembre segnando 10,26°C è risultato essere relativamente rigido collocandosi, nella scala dei più freddi nell’intervallo di anni 1997/2016, al 4° posto. Il record del più freddo spetta tuttavia al 1998 con 9,40°C, seguito poi dal 2007 con 9,80°C“. Anche su scala stagionale, “questo autunno si posiziona al 3° posto tra i più freddi con la colonnina termica ferma a 15,08°C. Per trovare l’autunno record più freddo bisogna andare al 1998 con 14,85°C”. Nel confronto tra gli 11 mesi di quest’anno con quelli dell’anno scorso“. Ultima analisi, il confronto degli 11 mesi rispetto alla scorso anno. “Nel periodo gennaio/novembre 2016, la temperatura media sull’Italia è stata di 16,376°C, invece gli 11 mesi attuali con 16,104 sono, per ora, più freddi di -0,272°C, ossia poco meno di 3 decimi di grado”, conclude Ernani.