fbpx

L’IIS Pertini-Santoni di Crotone sempre più in europa con il programma Erasmus plus

/

L’IIS Pertini-Santoni di Crotone sempre più in europa con il programma Erasmus plus. Le delegazioni hanno anche analizzato i dati di tutte le scuole partner sulla dispersione scolastica per comprendere il motivo per cui gli studenti interrompono i loro studi, cercando di trovare strategie su come motivarli e allargare i loro orizzonti

17L’I.I.S. PERTINI-SANTONI di Crotone, retto dal Dirigente Dott. VITO SANZO,  continua ad aprire le porte all’Europa grazie al nuovo Progetto ERASMUS+ Codice 2017-PL01-KA219-038284_3 “VISIBLE TEACHING4PERFORMANCE”(VT4P), approvato e avviato nel 2017 nell’ambito del Programma comunitario Erasmus Plus. Con tale azione, la scuola mira coinvolgere docenti e studenti in un processo di internazionalizzazione,  preparando  i futuri cittadini di domani,  offrendo loro occasioni di confronto personale, sociale e culturale attivate per mezzo di contatti internazionali. Il 1°meeting transnazionale del Progetto si è tenuto a RYBNIK (POLONIA), dal 13 al 17 Dicembre 2017, presso l’Istituto coordinatore Zespó? Szkó? nr 2 w Rybniku- II Liceum Ogólnokszta?c?ce Z Oddzia?ami Dwuj?zycznymi Im. A.F. Modrzewskiego   All’incontro di progetto, a cui hanno preso parte i rappresentanti di 9 Paesi Partner (Polonia, Italia, Bulgaria, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Portogallo, Turchia), ha partecipato la delegazione dell’I.I.S. PERTINI-SANTONI, composta dalla prof.ssa Ornella Pegoraro, in qualità di Coordinatrice ERASMUS+, docente di Lingua e Cultura Inglese,  e la prof.ssa Saverina Ferraro, docente di Economia d’Azienda. Tutti i partecipanti hanno cercato di trovare una risposta a una domanda che si pongono molti studenti: “Come massimizzare l’efficienza dell’apprendimento?”. La discussione è stata basata sulle meta-analisi  del prof. John Hattie,  famoso ricercatore neozelandese ormai noto in tutto il mondo per aver passato in rassegna numerosi studi nel campo dell’insegnamento, al fine di individuare le pratiche didattiche più efficaci in classe. E’ emerso che i fattori che influenzano maggiormente l’apprendimento degli studenti sono l’autostima, un efficace feedback o l’insegnamento basato sulla soluzione di problemi. Le delegazioni hanno anche analizzato i dati di tutte le scuole partner sulla dispersione scolastica per comprendere il motivo per cui gli studenti interrompono i loro studi, cercando di trovare strategie su come motivarli e allargare i loro orizzonti. A tal fine tutti hanno concordato nell’uso del “TWINSPACE” , la piattaforma di lavoro riservata al progetto sulla piattaforma elettronica eTwinning, uno spazio online che offre a docenti e studenti partner  una serie di strumenti per condividere materiali e collaborare a distanza (e.g. archivio di file multimediali, forum, pagine web, posta interna, chat, videoconferenza), comunicando in sicurezza, in un ambiente riservato e senza la presenza di elementi esterni. Tale modalità di lavoro consentirà agli studenti di lavorare in gruppi progettuali sviluppando i loro interessi e le loro capacità linguistiche.

Mercoledì 13 Dicembre 2017: Arrivo dei partecipanti in serata, con visita della scuola, seguita dalla cena di benvenuto.

Giovedì 14 Dicembre 2017: A)CERIMONIA UFFICIALE DI BENVENUTO, con saluto della Dirigente Scolastica  Mgr Maria Malinowska, della coordinatrice Hanna Skowro?ska e esibizione musicale di alcuni alunni.

B)“IL CONCETTO DEL VISIBLE LEARNING di JOHN HATTIE”, a cura della Polonia.

C) VISITA DELLA GALLERIA DEI LOGHI DEL PROGETTO E DEI MERCATINI NATALIZI DELLA SCUOLA GESTITI DAGLI ALUNNI

D) ANALISI DELLO STATUS QUO NELLE SCUOLE PARTNER BASATO SUL QUESTIONARIO DI JOHN HATTIE, a cura di tutti i partners i quali hanno illustrato i risultati del questionario on line somministrato in ogni Istituto partners. La tabulazione totale dei punti di criticità è  stata poi effettuata attraverso lavori di gruppo.

E) ANALISI DEI TASSI DI DISPERSIONE NAZIONALI, REGIONALI E SCOLASTICI NEGLI ISTITUTI PARTNER, a cura di tutti i coordinatori degli Istituti Partner.

A tal fine sono stati illustrati i tassi di dispersione scolastica a livello:

A)NAZIONALE (15%), sottolineando che lo scopo dell’Italia è quello di raggiungere l’ obiettivo europeo del 10% entro il 2020,  prendendo molte misure per scuole , studenti, insegnanti e famiglie(nuove procedure di selezione per insegnanti; merito professionale; potenziamento di alcune discipline quali Economia, Musica, Diritto, Sviluppo Sostenibile, Italiano, Inglese, Matematica; potenziamento delle ore di alternanza scuola-lavoro; Piano Nazionale Scuola Digitale; programmazione PON 2014-2020 Asse I Inclusione sociale e lotta al disagio);

B)REGIONALE (16.9), una percentuale preoccupante, visto che la Calabria ha il tasso più alto di giovani NEET (Not in Education, Employment or Training),  cioè quota di popolazione di età compresa tra i 15 e i 29 anni che non è né occupata né inserita in un percorso di istruzione o di formazione.

La coordinatrice ha sottolineato che anche la Calabria sta cercando di ridurre il tasso di dispersione scolastica al di sotto del 10% in futuro, come previsto dagli obiettivi della  strategia Europa 2020, in particolare attraverso Programma Operativo Regionale FESR-FSE  2014-2020, Obiettivo Specifico 10.1 “RIDUZIONE DEL FALLIMENTO FORMATIVO PRECOCE E DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E FORMATIVA”- “FARE SCUOLA FUORI DALLE AULE”.  Il programma   prevede lo sviluppo di attività didattiche  extra-curriculari –  sulle seguenti aree tematiche: Sostenibilità ambientale e ecologia; beni culturali, arte, storia; solidarietà e cooperazione sociale;competenze espressive e linguistiche; Scienza e Matematica; Sport e benessere; Identità culturale e tradizioni.

B)SCOLASTICO (24.5%), un tasso piuttosto alto, soprattutto negli indirizzi tecnico e professionale, per ridurre il quale l’Istituto attiverà di progetti extracurriculari PON 2014-2020 – INCLUSIONE SOCIALE E LOTTA AL DISAGIO, avente per tema lo sport(BEACH VOLLEY a scuola, , calcio a 5), un modulo per genitori, Musica e Inglese, La Compagnia del Teatro, FORUM: Il tribunale a scuola).

F) COSTITUZIONE DELLA GIURIA INTERNAZIONALE PER LA SCELTA DEL LOGO E BADGE DEL PROGETTO

E’ stata costituita la giuria internazionale per la scelta del logo e badge del progetto.

Il logo vincitore è stato quello della Germania, mentre il badge è stato vinto dal Portogallo.

Al termine del Seminario è stata effettuata la visita della Basilica di Rybnik, dominata dalla Statua di Papa Giovanni Paolo II, in un clima prettamente natalizio con suggestive luminarie.

Venerdi 15 Dicembre 2017

A)   INCONTRO AL COMUNE DI RYBNIK, dove le nove Delegazioni degli Istitituti Partner, accompagnati dalla dirigente Scolastica Mgr Maria Malinowka, sono stati ricevuti dal Presidente del Consiglio Comunale. Qui la coordinatrice Hanna Skowro?ska ha illustrato il progetto, sottolineando che è stato frutto di un gruppo di partner legati da una collaborazione più che ventennale, e quindi da ottimi rapporti di amicizia oltre che professionali.

La parola è poi passata ai coordinatori delle singole scuole i quali hanno presentato il proprio Istituto con la relativa offerta formativa.

Al termine dell’incontro il Presidente ha offerto a tutti i partners dei gadget della città di Rybnik.

B)   RIENTRO A SCUOLA. “COME MASSIMIZZARE L’IMPATTO SULL’APPRENDIMENTO IN RELAZIONE AI RISULTATI DI JOHN HATTIE – PRESENTAZIONE DEI PIANI DI SVILUPPO DEGLI ISTITUTI PARTNER”,   a cura di tutti i coordinatori.

E’ stato quindi presentato il Piano di Sviluppo Europeo dell’I.I.S. PERTINI-SANTONI, i cui obiettivi sono:

  • Innalzare il tasso di successo scolastico degli studenti;
  • Prevenire l’abbandono scolastico precoce;
  • Migliorare la performance degli studenti nelle Prove INVALSI;
  • Potenziare  la didattica per competenze attraverso l’utilizzo di prove autentiche per competenze;
  • Sviluppare competenze chiave di cittadinanza europea;
  • Promuovere l’educazione inclusiva;
  • potenziare le competenze linguistiche;
  • migliorare le competenze digitali sia di insegnanti che di studenti, in base al Piano Nazionale Scuola Digitale;
  • migliorare delle capacità progettuali  degli insegnanti;
  • favorire la crescita professionale per tutto lo Staff della Scuola, in modo che le competenze e le esperienze acquisite dal Partecipante nei progetti Europei saranno usate per lo sviluppo strategico della scuola;
  • migliorare la performance degli alunni attraverso una migliore qualità dell’insegnamento e un processo di apprendimento che riflettono una dimensione europea dell’educazione.

C)   CANALI DI COMUNICAZIONE PER LA MOBILITA’ BLENDED(MODALITA’ MISTA che  integra e-learning e formazione d’aula) E PER LA COLLABORAZIONE TRA I PARTNERS, a cura della Polonia.

Tutti i partners, come canali di comunicazione del progetto, hanno scelto le piattaforme AZENDOO e TWINSPACE, all’interno della community Europea eTwinning,  che   promuove l’innovazione, l’utilizzo delle tecnologie nella didattica e la creazione condivisa di progetti didattici multiculturali tra istituti di Paesi diversi. Questo il link TWINSPACE PUBBLICO da cui sarà possibile visionare e scaricare tutti i materiali del progetto(documentazione, presentazioni, foto e altro) prodotti da tutti gli Istituti partner: https://twinspace.etwinning.net/50561/pages/page/293496.

Sono poi state svolte le seguenti attività:

  • Presentazione delle piattaforme;
  • Distribuzione dei diritti di amministratori (la coordinatrice Hanna Skowro?ska e la prof.ssa Ornella Pegoraro).
  • Codice di condotta
  • Attività per studenti (modalità blended, mista –in presenza e on line)
  • Registrazione dei risultati sulla piattaforma Erasmus+ per disseminazione dei progetti.

D)ANALISI SWOT, strumento di pianificazione strategica usato per valutare i punti di forza (Strengths), le debolezze (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) del progetto.

D) MEETING FINALE DEI COORDINATORI, sui seguenti temi:

  • Valutazione delle attività finora svolte;
  • Programmazione del lavoro alla luce della raccomandazioni delgli esperti delle Agenzie Nazionali;
  • Date per i prossimi meeting di MOERS(Germania) e CROTONE, che si svolgeranno nel 2018;
  • Rapporto intermedio, da inviare entro il 30/06/2018;
  • Riflessioni

SABATO 16/12/2017

Il Seminario si è concluso con la visita della città di Cracovia, dove i partecipanti hanno visitato il Castello Reale e la Cattedrale di Wawel, la Basilica di Santa Maria, il Museo Sotterraneo, in un clima tipicamente Natalizio.

DOMENICA 17/12/2017: Rientro dei partecipanti

Tutti i partners si ritengono altamente soddisfatti per la perfetta organizzazione  e l’alto valore formativo del meeting che ha consentito la condivisione di idee e buone pratiche tra gli Istituti Europei,  favorendo il loro processo di internazionalizzazione.

Il Dirigente Scolastico Dott. VITO SANZO esprime massima soddisfazione per il lavoro condotto dal TEAM ERASMUS che lavora per incrementare la cooperazione internazionale, incoraggiare l’apprendimento delle lingue straniere, accrescere nei ragazzi l’interesse e la motivazione verso lo studio in generale e renderli consapevoli di essere cittadini d’Europa e di crescere insieme ad essa.