fbpx

Un anno di ERSU Messina: ecco il bilancio

E’ tempo di bilanci per l’ERSU Messina che traccia un report dell’ultimo anno di esercizio snocciolando i numeri relativi non soltanto alla “mission” dell’Ente, ma anche alle molteplici iniziative formative e sociali di cui si è fatto promotore

testUn anno di ERSU Messina: risultati, progetti e obiettivi. Quasi 4000 borse di studio erogate e altrettanti rimborsi tasse effettuati, circa un migliaio di studenti ospitati nelle residenze universitarie, oltre 250 premi laurea assegnati. Una ventina tra patrocini e contributi per iniziative e manifestazioni formative, sociali e culturali. In cantiere anche il via al “Progetto Europa”. Risultati migliori, aumento dei progetti in cantiere e delle collaborazioni con le realtà universitarie e associative, obiettivi sempre più grandi. E’ tempo di bilanci per l’ERSU Messina che traccia un report dell’ultimo anno di esercizio snocciolando i numeri relativi non soltanto alla “mission” dell’Ente, ma anche alle molteplici iniziative formative e sociali di cui si è fatto promotore in sinergia con il mondo accademico e le associazioni studentesche e giovanili. Circa 40.000 mila euro, infatti, sono stati assegnati dall’ERSU a Dipartimenti e realtà sociali, attraverso patrocini e contributi per la realizzazione di summer school, progetti, convegni, cortometraggi, eventi formativi e culturali, iniziative benefiche. Tra cui, ad esempio, si annoverano le manifestazioni “Universiteatrali”, “Sabir Fest” e “Parolimparty”. I dati più interessanti riguardano senza dubbio l’Ufficio Borse di Studio che, in totale, ha erogato quasi 7,5 milioni di euro suddivisi tra le voci borse di studio, servizio abitativo, sussidi straordinari, collaborazioni part-time, mobilità internazionale, premi di laurea e tasse regionali. In particolare sono state assegnate 3.812 borse di studio per un totale di 6.237.627 euro (circa un migliaio in più rispetto allo scorso anno); 3.812 rimborsi delle tasse regionali per 407.820 euro; 945 alloggi a studenti per un importo di 687.500 euro; 9 sussidi straordinari per 6.600 euro; 47 collaborazioni part-time attivate per 32.550 euro; 86 contributi per mobilità internazionale Erasmus per un importo di 73.566 euro; 261 premi di laurea assegnati a studenti meritevoli per un totale di 74.615 euro. Numerosi sono, inoltre, i progetti in cantiere e gli obiettivi, anche sociali, che l’ERSU Messina si pone di portare a regime il prossimo anno, tra cui lo sviluppo dell’Ufficio Europa, realizzato in collaborazione con l’Associazione Bios che ha la finalità di reperire fondi europei da utilizzare per l’erogazione di benefici a favore degli studenti, attraverso opportunità di formazione e occupazione in tutta l’Unione europea. In particolare, il team “Ufficio Europa”, coordinato dal direttore Antonella Costantino, si occuperà dell’individuazione e della valutazione dei bandi comunitari, della redazione di proposte progettuali per il reperimento di finanziamenti pubblici, dell’attività di management dei progetti finanziati, con l’ulteriore obiettivo di favorire la partecipazione attiva alla vita economica e sociale del territorio degli studenti dell’Ateneo di Messina. Il Presidente dell’ERSU Messina, dott. Fabio D’Amore, ripensando al 2017 dice: “non posso che essere soddisfatto del lavoro straordinario portato a termine dall’ERSU Messina in questo ultimo anno e colgo l’occasione per ringraziare tutto il personale dipendente per quanto fatto in questi ultimi anni. Adesso, però, dobbiamo pensare a migliorarci e fare meglio nel 2018, che inizierà vi assicuro nel modo giusto, con alcune novità di rilievo che interesseranno tutta la provincia di Messina e non solo. Per citarne una, nei primi giorni di gennaio consegneremo i lavori di adeguamento sismico della Casa dello studente di Via Cesare Battisti, che si concluderanno entro l’anno per restituire la casa più sicura e più bella di prima agli studenti dell’Ateneo messinese.