fbpx

Piano emergenza freddo a Messina. Cardile, Gennaro e Siracusano: “l’Amministrazione avrebbe dovuto riconoscere i meriti del Consiglio Comunale”

I consiglieri Cardile, Gennaro e Siracusano sulla programmazione relativa all’emergenza freddo a Messina: “Una maggiore onestà intellettuale avrebbe condotto il Sindaco a riconoscere il merito del Consiglio comunale ed a scusarsi con la città per aver preferito la destinazione di risorse  per le sue spese di rappresentanza piuttosto che per le fasce più deboli”  

palazzo zanca messina (2)Apprendiamo dagli organi di stampa che il Sindaco in più occasioni pubbliche si è fregiato della programmazione relativa all’emergenza freddo senza evidenziare, come avrebbe dovuto, che le risorse economiche a disposizione dell’Amministrazione per fronteggiare l’emergenza sono state in gran parte rese disponibili dal Consiglio comunale. È opportuno rammentare, a tal proposito, che i sottoscritti consiglieri del PD, congiuntamente a molti altri colleghi, hanno firmato e votato favorevolmente l’emendamento proposto dalla consigliera Lucy Fenech per destinare una parte delle somme postate in bilancio per le spese di rappresentanza del Sindaco e destinarle principalmente all’emergenza freddo (oltre che per i senzatetto e per l’abbattimento delle barriere architettoniche). Riteniamo, quindi, che se oggi l’Amministrazione può programmare maggiori e più incisivi interventi emergenziali per una fascia di popolazione particolarmente svantaggiata sia solo grazie alla lungimiranza e alla sensibilità politica, mostrata in modo trasversale, dal civico Consesso. Una maggiore onestà intellettuale avrebbe condotto il Sindaco a riconoscere il merito del Consiglio comunale ed a scusarsi con la città per aver preferito la destinazione di risorse  per le sue spese di rappresentanza piuttosto che per le fasce più deboli. Al di là del mancato riconoscimento dei meriti nei confronti del Consiglio, che sono evidenti, crediamo che sarebbe stato opportuno e più proficuo per la città coinvolgere le forze politiche ivi rappresentate per recepire eventuali suggerimenti relativi alla programmazione degli interventi emergenziali. In questo ultimo scorcio di mandato, nel quale l’Amministrazione tende a trasformare qualsiasi questione politica in bieca propaganda elettorale, sentiamo l’esigenza di ringraziare tutti i volontari e le associazioni che negli anni hanno sempre dato un prezioso apporto concreto, quasi sempre a gratis, per fronteggiare l’emergenza freddo.  Sarà nostro preciso dovere politico, quindi, vigilare sulla concreta attuazione degli interventi programmati, necessari per rendere più umana l’esistenza personale di chi vive giornalmente una condizione di estremo disagio sociale“- è quanto scrivono in una nota i consiglieri Cardile, Gennaro e Siracusano.