Chirurgia estetica, Italia tra i primi 10 Paesi al mondo per numero di interventi

Chirurgia estetica: l’Italia sarebbe stabilmente nelle prime 10 nazioni del mondo per numero di interventi plastici

orecchioIn attesa di poter mettere le mani sui dati più aggiornati relativi al 2017, nuove statistiche elaborate nel corso degli ultimi mesi sembrano confermare le anticipazioni evidenziate da ISAPS, la società internazionale di chirurgia plastica estetica, secondo cui l’Italia sarebbe stabilmente nelle prime 10 nazioni del mondo per numero di interventi plastici: il BelPaese si è infatti piazzato in nona posizione, preceduto – rispettivamente – da Stati Uniti, Brasile, Messico, Corea del Sud, India, Colombia, Germania, Francia.

Non solo: sempre secondo gli ultimi dati ISAPS, l’Italia è al settimo posto la mondo per procedure estetiche non chirurgiche, preceduta ancora da Stati Uniti, India, Brasile, Messico, Corea del Sud, Colombia.

Le procedure chirurgiche più richieste

Per quanto poi attiene le procedure chirurgiche più richieste al mondo, al primo posto si conferma la mastoplastica additiva, l’operazione di aumento del seno, con uno sviluppo oramai in doppia cifra anno su anno. Al secondo posto si piazza invece la liposuzione (l’intervento di aspirazione del grasso corporeo), davanti alla blefaroplastica (il trattamento per poter dare una nuova giovinezza allo sguardo) e, infine, all’addominoplastica.

Le procedure non chirurgiche più richieste

Poche novità anche sul fronte dei trattamenti non chirurgici più richiesti nella medicina estetica. Al primo posto si conferma il gradimento nei confronti della tossina botulinica, davanti al ricorso all’acido ialuronico, all’epilazione laser, al foto ringiovanimento, alla riduzione del grasso mediante interventi non chirurgici.

In questo ambito, l’Italia non sembra fare eccezione, tanto che le procedure chirurgiche e non chirurgiche preferenziali sono sempre le medesime: mastoplastica additiva, liposuzione e blefaroplastica sono ai primi posti (insieme al lipofilling facciale e alla rinoplastica), mentre tra le procedure non chirurgiche spiccano le iniezioni di tossina botulinica, i trattamenti con l’acido ialuronico e il peeling chimico.

Chirurgia estetica in Sicilia

Tra le regioni italiane che dimostrano la più recente grande attenzione nei confronti della chirurgia estetica (maschile e femminile) spicca certamente la Sicilia, dove la propensione a effettuare piccoli ritocchini, o interventi più invasivi, continua a svilupparsi mese dopo mese.

A dimostrazione dell’ampio consenso che sta maturando nei confronti della chirurgica estetica in Sicilia, si noti altresì l’esplosione del numero di strutture abilitate nel compiere simili operazioni: se vi interessa saperne di più, potete trovare tutti i centri qui, compresi di ogni dettaglio, eventuali promozioni in atto, richieste di preventivi e ogni informazione che vi permetterà di saperne di più sui trattamenti effettuabili.