fbpx

Catalogna: domani al via le operazioni di voto, 18 candidati in carcere o in esilio

indipendenza catalogna LaPresse

Catalogna: domani al via le operazioni di voto, 18 candidati in carcere o in esilio. Urne aperte dalle 9 alle 20

indipendenza catalogna

LaPresse

Sono 5,5 milioni gli elettori catalani chiamati alle urne domani per eleggere i 135 nuovi deputati del parlamento regionale di Barcellona, secondo i dati aggiornati resi pubblici dal delegato del governo spagnolo in Catalogna Enric Millo. In lizza ci sono 38 liste. I 2.680 seggi saranno aperti dalle 9 del mattino alle 20. Le elezioni sono state convocate dal premier spagnolo Mariano Rajoy, dopo che all’indomani della proclamazione della ‘repubblica’ catalana il 27 ottobre ha dichiarato destituiti il presidente Carles Puigdemont e il suo governo e sciolto il Parlament. Diciotto candidati indipendentisti alle elezioni di domani sono incriminati per ‘ribellione’ e ‘sedizione’ per avere portato avanti il progetto politico dell’indipendenza, Puigdemont è in esilio in Belgio con 4 ministri, il vicepresidente Oriol Junqueras, capolista di Erc, secondo i sondaggi probabile vincitore delle elezioni, è in carcere a Madrid con altri tre dirigenti secessionisti.