fbpx

Cantiere Crotone, dalla Regione 181 milioni di investimenti alla città

Si è conclusa al Parco Pitagora, nella Sala del Museo, la manifestazione “Cantiere Crotone–rapporto alla città” con una conferenza stampa a cui hanno preso parte il Presidente della Regione Mario Oliverio

regione-calabriaSi è conclusa al Parco Pitagora, nella Sala del Museo, la manifestazione “Cantiere Crotone–rapporto alla città” con una conferenza stampa a cui hanno preso parte il Presidente della Regione Mario Oliverio; il sindaco di Crotone, Ugo Pugliese; Elisabetta Belli, commissario bonifica di Crotone; Michele Aracri, top manager del Gruppo De Rigo e ambasciatore della Calabria nel mondo e la consigliera regionale Flora Sculco.  “Ringrazio il sindaco Pugliese e Flora Sculco per aver organizzato questo incontro e averci consentito di vivere più momenti positivi tra i cantieri e le bellezze della città di Crotone. La presenza di Michele Rango testimonia inoltre la forza dei calabresi nel mondo. Su questo vogliamo costruire il veicolo di riscatto della nostra regione, da sempre deturpata da fenomeni crminogeni ma che non prevalgono sui valori enormi e positivi della Calabria. Questa giornata ci ha permesso di articolare, dopo la tre giorni di settembre di Cantiere Calabria, una nuova fase operativa. Crotone è un’articolazione importante del Cantiere Calabria. Contrassegnata da storiche difficoltà occupazionali, economiche, di relazione, determinate dal gap di infrastrutture, dalla crisi post industriale e la mancanza di collegamenti, era giusto dedicare attenzioni particolari a questo territorio. Oggi grazie a una rinnovata sinergia col governo e una programmazione ingente di risorse comunitarie possiamo davvero accelerare la crescita di Crotone. Noi stiamo lavorando sull’ammodernamento infrastrutturale della Calabria. Parliamo ad esempio del sistema aeroportuale: anche Crotone avrà più forza con la strategia unitaria della gestione. Perchè il primo obiettivo non solo per Crotone ma per tutta la Calabria è uscire dalla perificità”. Il Presidente Oliverio ha poi presentato al pubblico tutte le iniziative e i finanziamenti strategici per lo sviluppo della città e del territorio crotonese, tra cui anche un Museo virtuale della Magna Graecia. Nel complesso sono 181 milioni di euro gli investimenti previsti o già cantierizzati. Innanzitutto la nuova ferrovia ionica: 397 milioni di euro per la velocizzazione e nuove vetture nella tratta ferroviaria tra Sibari e Melito Porto salvo e l’ammodernamento della ss 106: 255,7 milioni di euro per interventi di adeguamento e messa in sicurezza di tratti da Crotone Passovecchio a Cirò, la variante dell’abitato all’aeroporto S. Anna. Poi, gli altri investimenti specifici così articolati per settore: Antica Kroton, 61,7 milioni di euro per il recupero e la valorizzazione della città antica ed il rilancio dello sviluppo turistico e culturale; potenziamento del porto, 10,5 milioni di euro sul “porto vecchio” per la prosecuzione del muro foraneo, il nuovo gate e ricostruzione del muro paraonde; aeroporto: 2,9 milioni di euro di incentivi per nuove rotte aeree; opere edilizie: 8,4 milioni di euro articolati tra 1,5 milioni per lo stadio, 3,9 per il teatro e 3 per il prolungamento del lungomare; ristrutturazione e potenziamento tecnologico del presidio ospedaliero: 25 milioni di euro con fondi di edilizia sanitaria riprogrammati con il Patto Calabria; reti idriche: 3,6 milioni di euro per il progetto di ingegnerizzazione; impianti fognari e depurativi: 6,1 milioni di euro dei quali 2,6 milioni di euro per la rifunzionalizzazione degli impianti esistenti e 3,5 previsti per il superamento della procedura d’infrazione; opere sull’impiantistica dei rifiuti: 5 milioni di euro per il potenziamento degli impianti esistenti; opere di bonifica ambientale: 30 milioni di euro articolati in 10 per la messa in sicurezza della discarica di Tufolo, 10 per la messa in sicurezza della discarica consortile ASI e 10 di altre aree pubbliche. “Ho fatto di tutto per essere qui oggi – ha detto Michele Aracri – perchè ritengo sia una giornata storica per la mia Crotone. Ascoltare tutti questi programmi di investimento mi riempie d’orgoglio. Ai giovani dico di avere più fiducia nelle istituzioni e di crescere nelle competenze. Noi calabresi siamo ai vertici di tantissime aziende, dobbiamo volare alto”. Di sinergia come chiave dei successi in campo amministrativo – ha invece parlato Elisabetta Belli, commissario bonifica di Crotone – che ha anche ripercorso le principali tappe positive nel campo della bonifica a Crotone. La Consigliera Flora Sculco e il sindaco Pugliese hanno fatto da padroni di casa dell’evento e hanno rimarcato il senso delle cose fatte e del cammino in corso, denso di programmi, cantieri e opere che stanno già cambiando il volto alla città di Crotone.