fbpx

Reggio Calabria: l’Associazione AIParC nazionale ha festeggiato il primo anno di vita

aiparc

Alla  “Luna Ribelle” di Reggio Calabria l’AIParC nazionale ha festeggiato il primo anno di vita

aiparcSabato 2 dicembre, presso “Luna Ribelle” l’AIParC nazionale, presieduta dalla prof.ssa Irene Tripodi, ha festeggiato il primo anno di vita. L’associazione è nata  con lo scopo di promuovere la crescita morale, socio-culturale, economica e politica del Territorio Italiano, attraverso la costituzione, nei vari comuni, dei Centri territoriali. Reggio Calabria oltre ad essere sede legale ed operativa dell’AIParC nazionale, ospita anche il Centro Territoriale denominato  Reggio Calabria La Presidente Tripodi  ha illustrato i vari Progetti – Parco nazionali già avviati, precisando che i Parchi,  strumento operativo per lo sviluppo dei vari territori, sono spazi di ricerca, studio, approfondimento di personaggi, siti, opere, eventi, dell’Arte, della Comunicazione, della Cultura, della Scienza e della Storia. L’avvio del parco culturale nazionale “Italia in Musica” ha visto il primo avvio con il Folk Fest, la manifestazione, inserita nel cartellone dell’estate reggina è finalizzata al potenziamento della nostra  identità culturale, attraverso la consapevolezza della nostra cultura delle nostre tradizioni. Il Folk Fest  si è articolato in più fasi ( salotto culturale, sfilata nel Centro della Città  di gruppi folk  anche internazionali ed esibizione dei all’Arena della Stretto. Nel corso delle varie serate è stato consegnato il Premio alla Cultura al  “mastru cantaturi” Otello Profazio e all’artista Marinella Rodà, entrambi sono  stati insigniti del  titolo di “Ambasciatori della Cultura nel mondo”.

 Il Parco prevede anche una particolare attenzione alla musica classica con l’organizzazione a Reggio Calabria di un festival internazionale di voci liriche. In cantiere c’è anche la prossima  realizzazione di un parco scientifico, dedicato alla medicina e finalizzato alla promozione della cultura della prevenzione ( obbligatorietà vaccinale, le dipendenze, ecc,) e della donazione ( Sangue, cordone ombelicale, midollo osseo, ecc.). La serata è  stata  condotta con  garbo e disinvoltura  dalla Cerimoniera  e consigliera avv. Annamaria Curia. Durante l’assemblea che ha preceduto i festeggiamenti, fra  le tante delibere, scandite con rigorosa precisione dalla segretaria avv. Manuela Porpiglia, è stata approvata all’unanimità la nomina di Fausta Ivaldi, come socia onoraria dell’AIParC nazionale. Fausta è una donna  piemontese che dopo una vita intensa, vissuta come volontaria,  in gran parte in Africa e nell’America Latina,  si è stabilita a Reggio Calabria, dove ha posto  il suo impegno ed il suo tempo esclusivamente al servizio dei bisognosi. La serata si è conclusa con una festosa e partecipata cena conviviale.