Tirocinanti regionali, il Sindaco di Rosarno chiede il pagamento delle spettanze

I tirocinanti sono impegnati nelle seguenti mansioni: Manutenzione ordinaria edifici e strutture di proprietà dell’ente, Manutenzione ordinaria della viabilità, Manutenzione ordinaria aree verdi, aree attrezzate, ecc., Servizi di pulizia e servizi di guardiania e portierato, Servizi di supporto amministrativo

comunedirosarnoIl Sindaco di Rosarno, Giuseppe Idà, nella giornata di giovedì nove novembre ha inviato una missiva indirizzata al Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, all’Assessore regionale alle Politiche Sociali Federica Roccisano ed al Dirigente del Dipartimento 7 – Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali – Dott. Roberto Cosentino, sollecitando il pagamento delle spettanze dovute ai 25 tirocinanti, precedentemente inseriti nel bacino dei percettori di mobilità in deroga, in servizio presso il Comune di Rosarno. Il primo cittadino rosarnese inoltre, ha richiesto alla Regione Calabria la possibilità di prorogare per ulteriori sei mesi, l’utilizzo dei lavoratori già impegnati in servizio al Comune di Rosarno.
Idà nella richiesta inviata ha precisato come grazie al prezioso apporto dei tirocinanti, che con impegno e dedizione hanno lavorato costantemente nonostante le difficoltà derivanti dal mancato pagamento delle loro spettanze, l’Ente ha notevolmente migliorato i servizi offerti ai cittadini, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. I tirocinanti sono impegnati nelle seguenti mansioni: Manutenzione ordinaria edifici e strutture di proprietà dell’ente, Manutenzione ordinaria della viabilità, Manutenzione ordinaria aree verdi, aree attrezzate, ecc., Servizi di pulizia e servizi di guardiania e portierato, Servizi di supporto amministrativo.