Dal 15 al 17 novembre a Sofia in programma il secondo meeting transnazionale del progetto “ItsTIME”

Dal 15 al 17 novembre a Sofia in programma il secondo meeting trasnazionale del progetto “ItsTIME”, finanziato dall’Agenzia Nazionale Giovani all’Associazione Bios nell’ambito dell’Azione Chiave 2 del programma Erasmus+ 2014-2020

Logo Erasmus+Da domani al 17 novembre a Sofia (Bulgaria) in programma il secondo meeting trasnazionale previsto nell’ambito del progetto “ItsTIME” promosso dall’Associazione Bios in partenariato con l’Università degli Studi di Messina, l’Associazione Nazionale Oltre le Frontiere – ANOLF Cisl e altre 13 organizzazioni di 12 Paesi europei tra cui, l’Associazione Langues & Compagnie di Marsiglia e 10 Camere di Commercio Italiane all’Estero (Aarhus-Danimarca, Atene-Grecia, Belgrado-Serbia, Francoforte sul Meno-Germania, Bratislava-Slovacchia, Bucharest-Romania, Helsinki-Finlandia, Madrid-Spagna, Marsiglia-Francia e Sofia-Bulgaria). Il progetto ItsTIME prevede la creazione di una piattaforma innovativa dedicata all’occupazione che consentirà ai diversi utenti (singoli individui, gruppi, aziende) di dialogare sui temi del lavoro considerando la competenza come unità di conoscenza. In particolare l’innovatività della piattaforma è basata sul processo di matching fra domanda e offerta di lavoro e sulla puntuale declinazione delle competenze richieste dalle imprese ed offerte dai candidati, consentendo, indipendentemente dal profilo professionale, una piena rispondenza tra le qualifiche possedute e quelle ricercate dal mercato del lavoro.

Durante i lavori del meeting che si svolgeranno presso la Camera di Commercio di Sofia, l’Associazione Bios, oltre a presentare il logo della piattaforma, ne illustrerà l’architettura complessiva, le attività sin quì svolte e i benefici attesi. Le Camere di Commercio coinvolte presenteranno, invece, l’analisi e mappatura del proprio contesto socio-economico di riferimento, attraverso relazioni e dati analitici sui tassi di occupazione e disoccupazione giovanile, sulle competenze maggiormente richieste dalle piccole e medie imprese, sulle nuove tipologie di piccole e medie imprese nate negli ultimi cinque anni, sulle nuove competenze professionali richieste e su quelle professionali proposte dai giovani. Il partner Anolf analizzerà gli stessi dati focalizzandoli sulla popolazione migrante presente e arrivata in Europa negli ultimi cinque anni, concentrandosi, in particolare, sui nuovi lavori e le nuove figure professionali introdotte nel mercato europeo dai migranti. Il partner Langue & Companie, in coordinamento con il Centro per l’Orientamento e Placement dell’Ateneo di Messina illustreranno un’analisi SWOT dell’Atlante del Lavoro e delle Qualificazioni. In particolare il COP presenterà la logica dei sistemi di validazione delle competenze che verrà utilizzata all’interno della piattaforma.