Serie C, le parole di Maurizi nel post partita di Reggina-Siracusa: “una buona gara ma senza intensità”

Serata negativa per la compagine di Maurizi. Ecco le parole del mister al termine di Reggina-Siracusa

Reggina-SiracusaCi sarebbe poco da dire al termine di un match dall’epilogo triste per la Reggina, non parliamo del risultato che ha confermato le potenzialità del Siracusa, squadra che non nasconde l’obiettivo play off e solida in tutti i reparti, ma dei limiti di una Reggina, giovane, male organizzata e poco determinata. Caratteristiche evidenziate anche da mister Maurizi, consapevole di gestire un gruppo giovane dalle grandi qualità, restio nell’accettare la superiorità tecnico-tattica degli avversari, capaci di domare i giovani amaranto senza troppe difficoltà. Una sosta quella della prossima settimana che servirà a riflettere e consolidare il buon lavoro svolto finora per concentrarsi su aspetti che, nella gara appena conclusa, hanno fatto piegare l’ago della bilancia a sfavore degli amaranto: determinazione e organizzazione tattica. Ecco le parole del mister Maurizi in coferenza stampa dopo Reggina-Siracusa : “Purtroppo quando le cose non vanno bene vanno immediatamente analizzate; non è stata una brutta Reggina a mio avviso,sicuramente  una Reggina con poca intensità e cattiveria sportiva come successo con il Cosenza…poche parole…evidentemente non sono stato bravo io nel trasmettere più rabbia adesso  dobbiamo capire dove abbiamo sbagliato. La percezione è che non siamo stati attenti, abbiamo cercato in corsa di sistemare le cose ma nulla….so solo che era una partita alla nostra portata e ce la siamo fatta sfuggire”. Molte pause del mister, demoralizzato per la sconfitta, difficile da digerire e sul le cause e motivi del risultato negativo, Maurizi risponde”"Perche? abbiamo avuto un calcio d’angolo a favore e ci siamo danneggiati da soli. E’ una squadra giovane e credo che il recupero psicofisico da Caserta abbia influito, la nostra squadra ha bisogno di rabbia e cattiveria  e se non ci rendiamo consapevoli di questo, che il calcio è agonismo …continueremo a sbagliare. Adesso si pensa solo al futuro, non si può tornare indietro. Abbiamo fatto una gara buona ma senza intensità”.  Su alcune domande rispetto all’assetto tattico Maurizi risponde:   ”abbiamo avuto occasioni per andare in porta ma non li abbiamo sfruttate proprio ci è mancata la cattiveria che poi nel secondo tempo eravamo meno equilibrati rispetto al primo, più offensivi ma non possiamo  prendere un gol  su una palla da fallo laterale, quello non centra niente con il poco equilibrio”. Giocavamo contro una squadra che temevamo per le loro ripartenze, ci hanno fatto gol su calcio d’angolo,  meriti a loro ma ma anche tanti demeriti nostri”. Reggina-Siracusa si chiude con le parole delusione/rabbia del tecnico amaranto“Io sono molto scocciato,adesso sono arrabiato ed il mio primo pensiero è riflettere sugli errori e su quello che potevo fare e sono sempre il primo a mettermi in discussione. Sabato non giochiamo, ma ho una rabbia dentro che giocherei domani…”