Serie C, “fame di punti” per Maurizi prima di Reggina-Bisceglie: “partita da vincere, vale 6 punti”

Massimo rispetto per il Bisceglie, probabili modifiche di formazione nella linea mediana ed un solo obiettivo: vincere. Le parole di Maurizi
prima di Reggina-Bisceglie

Maurizi-Reggina-bisceglieNessuna domanda iniziale, la conferenza  presso la Sala del Centro Sportivo “Sant’Agata” comincia con un breve monologo del tecnico amaranto che, prima di dare la parola ai colleghi, evidenzia l’obiettivo primario e fondamentale della partita  di domani pomeriggio al “Granillo” contro il Bisceglie: l’obbligo assoluto dei tre punti.

“Questa partita per me, per la società , per i nostri giocatori, è una partita da vincere, vale 6 punti ….e non per il Bisceglie ma perchè ci dobbiamo riprendere quello che abbiamo lasciato per strada a Lecce (dove abbiamo fatto una grande gara). Al ritorno da Matera abbiamo lavorato sotto il profilo mentale, fisico, tattico, tecnico per ottenere una vittoria importante per noi fondamentale. Ci teneva il tecnico amaranto a sottolineare le motivazioni prima di Reggina-Bisceglie evidenziando l’obbligo dei tre punti per rivendicare e recuperare in parte, i risultati  negativi dopo le trasferte di Lecce e Matera (CoppaItalia). Analizzando proprio l’ultima partita di campionato Maurizi è consapevole che inesperienza e gioventù abbiano in qualche modo  condizionato l’incontro sottolineando l’importanza di  come questi fattori  debbano far riflettere per le partite successive e  limitandoli al amassimo:

Abbiamo pagato dazio, credo che ciò  faccia bene ai calciatori, l’esperienza aiuta ad affrontare le difficoltà della vita così come la consapevolezza su  determinatae situazioni di gioco. E’ la prima volta che andiamo in vantaggio per 2 a 0 e credo che questo  doveva essere gestito meglio. Ci serve la serenità giusta affinchè si possa migliorare” Non avverte pressioni Maurizi dopo le ultime prestazioni, c’è solo un evidente “fame di punti”: “Nessuna pressione, io non ne avverto…ho  solo l’esigenza di voler vincere, e come se oggi hai l’esigenza di mangiare, ed io, la squadra,  la città,   abbiamo fame faremo di tutto per ottenere questa vittoria”

Poche parole sul prossimo avversario per  Maurizi, squadra rimasta lontana per 19 anni dal professionismo. Dal 1997-1998 quando concluse 8° nel girone C della Serie C2 e adesso allenata da Nunzio Zavettieri (nato a Melito Porto Salvo) :

“Lavoriamo sempre affinchè ci siano equilibri giusti indipendentemente dall’utilizzo dei calciatori; cerceheremo di fare la partita con gli interpreti giusti e far si di raggiungere il perfetto equilibrio.. Massimo rispetto per il Bisceglie, squadra ben allenata da Zavettieri, ma credo sempre in noi stessi, io sono prioiettato sul nostro lavoro e  su quello che riusciamo ad esprimere noi. Voglio pensare a quello che domani sera riusciremo a fare, se c’è da picchiare (in senso sportivo)  picchieremo, se c’è da giocare e tutto quello che si può fare per vincere sempre nella massima trasprenza e legalità…