Regionali Sicilia, un condannato nella lista M5s. Cancelleri: “non potevamo saperlo, non ci ha informato”

Regionali Sicilia, candidato in lista M5S espulso dal Movimento, Fava: “La nostra è l’unica lista a prova di imputati, condannati e impresentabili”

LaPresse/Guglielmo Mangiapane

LaPresse/Guglielmo Mangiapane

Noi uno condannato dal tribunale militare per violata consegna lo cacciamo in un batter d’occhio. Pensate un po’. I partiti, Musumeci in testa, invece hanno sponsorizzato e candidato consapevolmente condannati e arrestati per truffa, corruzione, appropriazione indebita, ecc ecc e sono supportati da condannati e indagati per reati di mafia e chi più ne ha più ne metta, senza essere mai stati denunciati dai media (che sono stati, sono e saranno complici degli impresentabili) e che ora invece ci sbattono in prima pagina per un condannato dal tribunale militare che non porta neanche un voto e che non potevamo sapere”. Così il candidato M5s Cancelleri  annuncia su Facebook l’espulsione dal Movimento dell’ex consigliere comunale di centrodestra e in lista con il M5S, Gionata Ciappina, di Catania, condannato dal Tribunale militare di Napoli a due mesi di reclusione condannato ed espulso dall’Arma dei carabinieri. “La condanna lieve e di 2 mesi che ha ricevuto Ciappina dal tribunale militare, per un reato militare (ossia violata consegna quando era militare)- spiega Cancelleri-prevedeva la non menzione nel casellario giudiziale per questo non potevamo saperlo e lui non ci ha informato,  Ciappina ci ha mentito ed è fuori, il MoVimento 5 Stelle non fa sconti neppure su una condanna lieve di due mesi del tribunale militare“. “L’unica lista a prova di imputati, condannati e impresentabili di varia natura è solo la nostra: i Cento Passi per la Sicilia”- commenta il candidato della sinistra Claudio Fava.