Regionali Sicilia: si è chiusa la campagna elettorale. Gli elettori dovranno scegliere tra il “Patto dell’arancino”, l’inconsistenza del M5S e l’”invisibilità” di Micari

Regionali Sicilia: si è chiusa la campagna elettorale. Sfida dura tra i 5 candidati alla carica di presidente, domenica il voto. StrettoWeb lunedì seguirà in diretta lo spoglio

musumeci, fava, cancelleri, la rosa, micariRegionali Sicilia – Si è chiusa la campagna elettorale per le regionali in Sicilia in cui i colpi bassi e le polemiche hanno condizionato il dibattito politico. Il grande assente? I programmi e le cose da fare per tentare di creare le condizioni di un reale rilancio della Sicilia. Gli elettori dovranno scegliere tra il “patto degli arancini” di cui il candidato della destra Musumeci è stato uno dei protagonisti, l’inconsistenza del M5S e del candidato Cancellieri, i quali l’hanno “buttata in caciara” durante la campagna elettorale concentrando ogni dibattito sulle fantomatiche “incandidabilità” (decise da loro), e l’”invisibilità” del candidato del Pd Micari che sembra già scaricato dal partito del Premier Gentiloni. Gli altri candidati a presidente, sia Fava per la Sinistra che La Rosa dei Siciliani Liberi, non sembrano al momento ambire alla vittoria finale ma sicuramente potranno raggiungere un discreto risultato. Più che altro per Fava l’obiettivo è la prova di forza della sinistra, come test nazionale, rispetto al Pd renziano. Sembra evidente che la scelta per gli elettori non sarà semplice ed è probabile che l’astensionismo la faccia da padrone.

Per questa tornata elettorale sono scesi in campo tutti i leader nazionali (Renzi, Berlusconi, Salvini, Bersani, Fratoianni), i quali, si sono recati in Sicilia promettendo “mari e monti” capendo che, la tornata delle regionali, sarà fondamentale in vista dell’imminente tornata delle politiche (probabile fine febbraio o prima settimana di marzo). Fondamentale per la coalizione che prenderà più voti saranno le percentuali e quindi il numero degli eletti che determineranno  la governabilità dell’Ars.  Sarebbe nefasto che, dopo le delusioni di Cuffaro, Lombardo e Crocetta, nuovamente i siciliani tra 5 anni si devono sorbire le stesse discussioni e polemiche. StrettoWeb seguirà in diretta lunedì dalle ore 08:00 lo spoglio.

ECCO I CANDIDATI ALLA CARICA DI PRESIDENTE:

Giancarlo Cancelleri: Il Movimento 5 Stelle, il 9 luglio 2017 ha ufficializzato la candidatura di Cancelleri, già candidato presidente nelle elezioni del 2012e deputato dell’Assemblea regionale siciliana, scelto tramite primarie via web. Il 5 ottobre Cancelleri presenta ufficialmente le sua candidatura e il listino del presidente.

Claudio Fava: Il 26 agosto MDP e Sinistra Italiana, insieme poi a Possibile, propongono la candidatura del parlamentare nazionale Fava, che il 30 agosto scioglie la riserva. Successivamente anche I Verdi annunciano che sosterranno Fava.  Il 5 ottobre Fava presenta ufficialmente le sua candidature a il listino del presidente.

Fabrizio Micari: Il 22 agosto il PD e AP, insieme al sindaco di Palermo Leoluca Orlando, e con i Centristi per la Sicilia trovano l’accordo per la candidatura di Micari, dall’ottobre 2015 rettore dell’Università di Palermo, e vicino ai renziani. Successivamente anche Sicilia Futura dichiara che appoggerà Micari, in una lista insieme ai Socialisti di Nencini. Anche Rosario Crocetta che a luglio aveva annunciato la sua ricandidatura, dichiara il 4 settembre il sostegno a Micari. Il 5 settembre anche il Centro Democratico annuncia il proprio appoggio alla coalizione di centrosinistra. Il 6 ottobre presenta la sua candidatura alla presidenza e il listino regionale.

Nello Musumeci: Il movimento #DiventeràBellissima, il 28 aprile 2017 ha ufficializzato la candidatura dell’ex presidente della Provincia di Catania ed ex sottosegretario. In luglio Fratelli d’Italia annuncia che presenterà una lista a sostegno di Musumeci. Un mese dopo anche Noi con Salvini annuncia che sosterrà Musumeci. Anche Stefano Parisi con il movimento “Energie per l’Italia” appoggierà Musumeci. In agosto anche il vicecommissario dell’UDC in Sicilia, Girolamo Turano, annuncia che appoggeranno Musumeci. Il 29 agosto anche in coordinatore regionale di Forza Italia Gianfranco Miccichè annuncia il sostegno a Musumeci. Il 1º settembre Cantiere Popolare, MpA, Nuovo CDU, Movimento Sicilia Nazione e Idea Sicilia annunciano che faranno parte della coalizione. Il 5 ottobre Musumeci presenta ufficialmente la sua candidatura e il listino del presidente.

Roberto La Rosa con il movimento indipendentista di cui fa parte, Siciliani Liberi, il 5 ottobre presenta la sua candidatura a presidente e il listino regionale.