Regionali Sicilia, Scilipoti Isgrò: “Frasi assurde di Di Maio contro Luigi Genovese, chieda scusa”

Regionali Sicilia, il presidente di Unione Cristiana punta il dito contro Di Maio: “non sa accettare le sconfitte e utilizza una retorica aggressiva e antidemocratica. Offensiva l’ironia nei confronti del figlio di Genovese”

Domenico-ScilipotiL’ironia espressa da Luigi Di Maio, che ha definito “bambino prodigio” il figlio di Francantonio Genovese in quanto la sua candidatura avrebbe consentito a Nello Musumeci di vincere le elezioni in Sicilia, è stata molto offensiva. Il candidato premier dei Cinquestelle chieda scusa immediatamente in quanto ha mancato di rispetto, senza un motivo valido, a un giovane del centrodestra che ha scelto di impegnarsi per migliorare la vita dei cittadini siciliani”. Lo dichiara in una nota il presidente di Unione Cristiana, Scilipoti Isgrò. “Di Maio – aggiunge il senatore di Forza Italia – non sa accettare le sconfitte e utilizza una retorica aggressiva e antidemocratica. La decisione inoltre di non congratularsi col vincitore, della consultazione elettorale di domenica scorsa, sottolinea la sua scorrettezza politica. Quest’ultima si unisce alla scarsa capacità del suo partito di governare città importanti come Torino e Roma e di rispettare i valori cristiani che sono alla base della nostra società. Gli italiani – conclude Scilipoti Isgrò – terranno presente tutto questo e sceglieranno, in modo adeguato, nel 2018 da chi vorranno essere governati”.