Regionali Sicilia, l’intervista ai Genovese: “Berlusconi si è complimentato per il coraggio”

L’intervista ai Genovese rilasciata al Corriere della Sera: “Con Berlusconi abbiamo discusso immaginando un grande successo di Forza Italia”

GENOVESE MESSINA (13)“Io sono poco incline da qualche tempo a parlare con i giornalisti. Negativo per qualsiasi esternazione. Parli con Luigi, è lui il candidato”. Inizia così l’intervista rilasciata al Corriere della Sera da Francantonio e Luigi Genovese. L’ex big del Pd, con una condanna di 11 anni in primo grado, è riapparso in pubblico accanto al figlio 21enne mercoledì a Palermo, davanti a Berlusconi: “Ero stato invitato. Accanto a mio figlio“- ha detto. L’incontro a Palermo con Berlusconi, com’era da aspettarsi, si è rivelata una ghiotta occasione per i Genovese, lo rivela “candidamente” il figlio Luigi: “L’avevo già visto a una cena nel 2016. Ma stavolta da soli, noi tre. E lui che si complimentava con me per il coraggio”.  “Me l’ ha detto-  dichiara Luigi al Corriere, “Facendomi i complimenti e un grande in bocca al lupo. Con il presidente ne abbiamo discusso immaginando già un grande successo di Forza Italia”.  Con il leader di Forza Italia nemmeno un cenno sulla questione “impresentabili”: “Marchio che non merito- dice Luigi- da scrollarmi lavorando”.