Reggio Calabria: maxi blitz a Piazza del Popolo, sanzioni e sequestri

Reggio Calabria: maxi blitz a Piazza del Popolo, sanzioni e sequestri. Durante i controlli sono stati riscontrati e individuati diversi punti vendita privi di autorizzazioni, merce contraffatta, multe e sequestri di generi alimentari e non

Foto StrettoWeb / Simone Pizzi

Foto StrettoWeb / Simone Pizzi

Continua il percorso di legalità intrapreso dalle forze dell’ordine per contrastare l’abusivismo commerciale nell’area mercatale di piazza del Popolo e risolvere la situazione di cronica e quasi assoluta illegalità creatasi nel tempo. Blitz interforze che rientrano nell’ambito del piano di azione nazionale e transnazionale “Focus ‘Ndrangheta”, elaborato in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, su input della Confcommercio reggina. Per l’occasione sono stati predisposti mirati servizi di ordine pubblico, che hanno interessato anche le vie limitrofe, da parte di personale della Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizie Provinciale e Municipale. Durante i controlli sono stati riscontrati e individuati diversi punti vendita privi di autorizzazioni, merce contraffatta, multe e sequestri di generi alimentari e non. Una situazione non più sostenibile, incancrenitasi negli anni a discapito di chi lavora onestamente e paga le tasse. E a plaudire all’operato del Prefetto Michele Di Bari e delle forze dell’ordine è il direttivo della Federazione Italiana Venditori Ambulanti (F.I.V.A.) Confcommercio Reggio Calabria: “Un’azione che aspettavamo da anni, per chi lavora nella legalità è una rivoluzione. Speriamo e ci auguriamo che questi blitz interforze non si fermino solo a Piazza del Popolo, tante sono le aree mercatali, anche della provincia, invase da venditori ambulanti abusivi che operavano nella più totale illegalità. Sappiamo che il percorso non sarà semplice ma si è intrapresa una giusta strada per uscire dal tunnel dell’abusivismo non più tollerabile che sta procurando agli ambulanti onesti, oltre a mille difficoltà giornaliere, danni economici incalcolabili soprattutto in questo interminabile periodo di crisi che stiamo attraversando. In questo percorso di legalità camminiamo al fianco delle forze dell’ordine affinchè si bonifichino tutte le aree mercatali e si metta un freno al dilagante abusivismo commerciale”.