Reggio Calabria, le mani della ‘Ndrangheta sugli appalti: dialoghi tra affiliati sui social network individuati dagli investigatori

Reggio Calabria, le mani della ‘Ndrangheta sugli appalti: maxi operazione in corso, 50 misure cautelari

carabinieri_notte“Cumps” era il termine con il quale gli affiliati alle cosche di ‘ndrangheta sgominate con l’operazione condotta stamattina da polizia e carabinieri nella fascia jonica reggina si chiamavano tra di loro nei dialoghi sui social network individuati dagli investigatori. “‘Cumps’ - spiega Francesco Ratta’, dirigente della Squadra mobile di Reggio Calabria – e’ l’abbreviazione di ‘compare’, di ‘sodale’, e segna il modo nuovo e piu’ moderno per gli affiliati di intendere i loro rapporti nell’ambito dell’organizzazione criminale”. La ‘ndrangheta, in sostanza, evolve, ma al contempo, fa rilevare ancora Ratta’, si affinano le modalita’ d’indagine degli investigatori reggini, che trovano nuovo alimento e nuovi spazi operativi nell’esplorazione mirata di quei social network di cui le cosche fanno ampio uso.