Reggio Calabria, la madre di Domenico Ambrogio scrive una lettera commovente al figlio morto misteriosamente ai Riuniti un mese fa

In una lettera aperta inviata a StrettoWeb le toccanti parole della mamma di Domenico Ambrogio, 17enne morto agli ospedali Riuniti di Reggio Calabria

LaPresse/ Adriana Sapone

LaPresse/ Adriana Sapone

A distanza di un mese, la mamma di Domenico Ambrogio - il 17enne morto in circostanze misteriose agli ospedali Riuniti di Reggio Calabria il 7 ottobre scorso, ha scritto una lettera con toccanti parole rivolta al figlio scomparso prematuramente:

“E’ passato un mese dal giorno in cui ci hai detto addio. Un mese in cui l’aria che respiro fa male, perché tu non respiri più la stessa aria. Eri un fiore, un dono, un ragazzo speciale. Speciali i tuoi gesti, le tue parole, la tua presenza nelle nostre vite. Di te manca tutto. Manchi a tutti. Il tuo genio che ti ha portato a tante soddisfazioni, a premi vinti in diversi concorsi e gare, ci rendeva orgogliosi di te. La tua umiltà e bontà d’animo ti facevano essere un compagno, un amico, un fratello, un nipote, ma soprattutto un figlio da adorare. Il destino ha stroncato i tuoi sogni, strappato le tue speranze, spezzato i nostri cuori, Senza di te il sole continua a sorgere, ma la sua luce non ci riscalda più. Ovunque tu sia, sappi, piccolo Domenico, che ti portiamo sempre con noi, nei nostri sospiri, nei nostri pensieri, nel nostro impegno affinché tu abbia giustizia, perché la tua morte non sia stata vana e ad altri ragazzi non debba succedere la stessa sorte. Tu adesso vai, libero, e lascia a noi questo peso. Veglia sulle nostre vite e guida con la tua saggezza il nostro cammino. Con amore.

Cinzia Versace”