Reggio Calabria, Calandruccio: “all’Asp regna una situazione stagnante”

Per Pasquale Calandruccio all’Asp di Reggio Calabria regna una situazione stagnante

mediciIl Coordinatore Nazionale FSI USAE Pasquale Calandruccio denuncia la situazione stagnante che regna all’ ASP di Reggio Calabria. Dopo la recente visita del 10 Ottobre u.s. del Commissario Straordinario Massimo Scura ,malgrado le belle promesse e le speranze di cambiamento all’ASP di Reggio Calabria nulla è cambiato. “Tutti i servizi sono nel caos mancano i Dirigenti Amministrativi , i Dirigenti di Struttura Complessa ,Direttori di Distretto e a causa di tutto ciò quelli che vengano penalizzati sono i lavoratori che da tre anni non percepiscono i buoni mensa, la produttività e la Stabilizzazione dei pecari che da dieci anni che da anni questi lavoratori con il loro apporto, sacrificio e abnegazione sopperiscono a tutte le criticità che  si verificano giornalmente nei vari servizi. Malgrado gli impegni assunti e non mantenuti dal Direttore Generale Giacomino Brancati è passato circa un mese, neanche un avviso è stato predisposto dall’ufficio personale (anch’esso senza Direttore ) dell’ ASP per sanare la situazione deficitaria anche dal punto di vista delle risorse umane. Tanti Infermieri, Operatori Socio Sanitari, Personale Tecnico e Autisti per il 118 che in atto è sostenuto da personale a tempo  determinato, che potrebbero essere assunti anche e soprattutto in relazione al fatto che, da oltre dieci anni, tutto il personale andato in quiescenza non è mai stato sostituito.

A ciò si aggiunga che ogni giorno continuano ad arrivare decreti ingiuntivi di pagamento che l’ASP non riesce a fermare. Alla luce di tutto queste considerazioni questa la FSI  USAE propone un tavolo tecnico urgente, avente come ordine del giorno la separazione dei debiti pregressi dalla gestione corrente. La Regione si deve attivare immediatamente per dare nuovo impulso alle attività di questa ASP. Questa O.S. oltre al tavolo tecnico propone una commissione ad hoc per quantificare i debiti pregressi e chiudere con il passato, che purtroppo per l’ASP di Reggio Calabria. Solo così si potrà procedere con una certa tranquillità con la gestione corrente, sganciata dal passato, sperando che il Direttore Generale Giacomino Brancati si voglia rendere conto della situazione fallimentare attuale della e dia finalmente l’avvio ad una  nuova era per l’ASP di Reggio Calabria. Finiamo con un appello Dr Brancati, i cittadini di Reggio Calabria e della sua provincia contano molto sui servizi del territorio perchè altrimenti i cittadini sono costretti ad emigrare causando un aggravio di spesa sul  bilancio già martoriato della sanità in Calabria che punisce i cittadini. Speriamo in un futuro migliore altrimenti le Dimissioni sono d’obbligo” conclude il Coordinatore Nazionale FSI  USAE Pasquale  Calandruccio.