Parigi premia le eccellenze made in italy. Il reggino Peppe Russo insignito del grand’ Prix Saint Germain de Pres

Giuseppe Mangano Russo è un Artista di raro talento che corre sempre più sull’onda dell’entusiasmo di un pubblico sempre più folto che lo segue con crescente attenzione ed affetto

peppe russo (1)La Villa Lumière premia le eccellenze Made in Italy ma soprattutto Made in SICILY e della vicina Calabria . Uno dei premiati del 15 novembre sarà Peppe Russo, calabrese ma milanese di adozione, fotografo d’ arte che riesce a cogliere il profilo psicologico dei soggetti da lui rappresentati ed a registrare ed imprimere atmosfere e l’anima di quei luoghi che, con maestria e padronanza tecnica, ritrae.

Chi è  Giuseppe Mangano Russo?

GIUSEPPE MANGANO RUSSO

L’Artista Calabrese,nato a Seminara, vive a Milano dove esercita l’Arte della Fotografia in Eventi di Moda e del mondo dello spettacolo. Di recente ha preso parte, in qualità di Fotografo di Scena, al Film“ l’Altra faccia del destino” del Regista Francesco Spagnolo. Ha partecipato come Fotografo Ufficiale a vari Concorsi di Bellezza Nazionali ed Internazionali: Miss The Globe a Scutari in Albania, Ragazza Moda e Spettacolo, The Best Model of Europ, La più bella delle Miss Una ragazza per il Cinema, Miss Bergamotto, Miss Stella del Sud Moda e Fotogenia, Miss e Mister Europa, The Look of the Year, Miss Mondo, Miss Universo,Miss Italia. “ La grandezza di Seminara abbraccia le bellezze del mondo” , dicono, il talento di Giuseppe Mangano Russo ha immortalato modelle e prodotti artigianali dell’Arte della Ceramica. Le bellezze dei 5 continenti erano rappresentate dalle modelle: Hajar Bellari del Marocco, Viktoriya Hruminska dell’Ucraina, Mary Labaleine delle Isole Seychelles, Valeria Mancusi della Colombia, e Mali Mun della Malaysia. L’iniziativa del Fotografo che vive a Milano, ha voluto essere un degno omaggio al paese natio, dove la storia locale s’intreccia all’amicizia che lega la gente alla propria identità di appartenenza. Giuseppe Mangano Russo è un Artista di raro talento che corre sempre più sull’onda dell’entusiasmo di un pubblico sempre più folto che lo segue con crescente attenzione ed affetto. ”Per maestri ho avuto i miei occhi ”soleva ricordare Michelangelo Antonioni ed anche il maestro Russo.