Palermo: sequestrati beni per 516mila euro a ex dirigente Inail

Misura di prevenzione patrimoniale disposta nei confronti di Giuseppe La Mantia, ex vice direttore Inail di Palermo

Finanza Omar PaceI finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Palermo hanno eseguito questa mattina la misura di prevenzione patrimoniale disposta nei confronti di Giuseppe La Mantia, ex vice direttore Inail di Palermo e già direttore dell’ufficio di Termini Imerese, ritenuto responsabile di aver consentito illecitamente il rilascio di numerosi Durc (Documenti unici di regolarità contributiva) a favore di diversi imprenditori che lo ricompensavano pagando sostanziose mazzette. Il provvedimento emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale, su proposta della procura di Palermo, è stato eseguito dalle Fiamme gialle del Gico del capoluogo siciliano, che hanno sequestrato immobili e conti correnti nella disponibilità dell’ex dirigente per un valore complessivo pari a 516 mila euro. Le indagini, condotte dai finanzieri, hanno permesso di ricostruire la fitta rete di complicità tra La Mantia, all’epoca ai vertici degli uffici palermitani dell’Inail, ed imprese compiacenti che – a fronte di cartelle esattoriali mai pagate – sarebbero state favorite nell’entrare in possesso delle certificazioni di regolarità contributiva.