Messina, riscaldamento nelle scuole. Gioveni: “A che punto sono le verifiche?”

Il consigliere Libero Gioveni interroga l’Amministrazione sullo stato degli impianti di riscaldamento nelle scuole di Messina

 scuola banchiIl consigliere comunale Libero Gioveni torna ad interrogare l’Amministrazione sugli impianti di riscaldamento nelle scuole di Messina. Esattamente il 30 agosto di quest’anno il consigliere aveva sollecitato il Comune ad effettuare per temo per tempo tutte le necessarie verifiche e i consequenziali interventi di manutenzione agli impianti di riscaldamento dei plessi scolastici: “Non occorre grande memoria, purtroppo, per riportare alcuni eclatanti esempi di incresciosi disservizi (il mancato acquisto del gasolio agli impianti forse ne rappresenta l’emblema, ma anche le mancate verifiche ad altri impianti o la mancanza di singoli pezzi alle caldaie rappresentano anche dei paradossi), né tanto meno occorre- dice il consigliere-elencare tutte le scuole in cui nella scorsa stagione scolastica i bambini sono stati costretti a rimanere nelle aule gelate con cappotti e giubbotti o, nella migliore delle ipotesi, con qualche stufa elettrica acquistata a spese degli stessi genitori o insegnanti! Intendo- conclude il consigliere- dare per scontato che per questo anno scolastico iniziato da 2 mesi, ci si sia adoperati, sulla scorta degli errori passati, per eseguire una necessaria e adeguata programmazione per garantire un ottimale servizio“.Il consigliere chiede quindi di conoscere quali e quanti siano, sulla base di dette verifiche, gli impianti  malfunzionanti che necessitano dei necessari interventi di ripristino.