Messina promuove suoi Forti: oltre 20 le costruzioni militari da riscoprire

L’assessore al Turismo punta al turismo di qualità: “ Valorizzare la fruizione dei monti Peloritani e i “forti” di Messina”

 

 

MESSINA Forte Cavalli visto dall'altoLa nostra citta’ punta sempre di piu’ sul turismo di qualita’ e per questo vogliamo valorizzare la fruizione dei monti Peloritani e i “forti” messinesi: un sistema di oltre 20 costruzioni militari di rara bellezza e di grandissimo valore paesaggistico che sono diventati dei veri contenitori culturali, ospitando al loro interno eventi musicali, spazi espositivi, aree museali, percorsi naturalistici, a piedi e con fuoristrada, di straordinaria bellezza.

Lo ha detto l’assessore al Turismo di Messina presentando l’itinerario tra i forti della città da proporre agli escursionisti e ai visitatori sui monti Peloritani. Le fortificazioni- ha spiegato il referente del Coordinamento Forti dello Stretto, prof Vincenzo Caruso, sono state costruite nella seconda metà dell’800 e rendono Messina unica tra le citta’ marinare d’Europa. Le opere fortificate di Messina sono un segno del passato, che costituiscono oggi un provato esempio di valorizzazione turistica finalizzata ad una ricaduta economica positiva sul territorio.