Messina: deliberato il rendiconto 2016

Messina, deliberato ieri sera in Giunta il rendiconto 2016. Cuzzola: “futuro sempre più strutturalmente equilibrato per i conti comunali

palazzo zanca messina (3)Anche le risultanze del documento consuntivo fanno intravedere un futuro sempre più strutturalmente equilibrato per i conti comunali. Infatti se è vero che il disavanzo da riaccertamento ancora da ripianare nei residui 28 anni (dei trenta previsti a partire dal 1 gennaio 2015, data di entrata in vigore del nuovo sistema contabile) è di 90,025 milioni, è anche vero che, prima degli accantonamenti che servono a conferire solidità al bilancio, il risultato di amministrazione sarebbe pari a 106,239 milioni, confermando che il risultato negativo è solo la risultanza di nuovi principi contabili“- lo scrive nel suo blog l’assessore al bilancio del Comune di Messina Enzo Cuzzola. Detto disavanzo- spiega l’assessore-nulla ha a che vedere con il piano di riequilibrio, che, come sappiamo, non evidenzia disavanzo da ripianare, contrariamente a, quasi, tutti gli altri piani di riequilibrio presentati. “Il rendiconto- specifica- è stato quindi redatto secondo il nuovo sistema contabile e quindi reca in se la contabilità economico patrimoniale, di tipo aziendalistico, per intenderci. Come già detto- continua l’assessore- abbiamo, quindi, già rassicurato Corte Conti sul rispetto del programma di recupero trentennale della quota annuale  ( 3,215 milioni circa) per il 2015, adesso dimostriamo, con atti, come anche l’obiettivo per il recupero della quota per il 2016 (sempre lo stesso importo) risulta raggiunto. Adesso- spiega Cuzzola- il “Bilancio Consuntivo”, con i relativi allegati, passa a Revisori e Consiglio, che ce la metteranno tutta per velocizzare i tempi di approvazione, anche per consentire di trasmetterlo, in tempo utile, alla Commissione Ministeriale che deve autorizzare il piano assunzionale”.

 

 

PROSPETTO DIMOSTRATIVO DEL RISULTATO DI AMMINISTRAZIONE  ESERCIZIO: 2016
GESTIONE
RESIDUI COMPETENZA TOTALE
Fondo cassa al 1° gennaio 2.411.158,01
RISCOSSIONI (+) 145.236.240,07 465.639.280,73 610.875.520,80
PAGAMENTI (-) 133.663.006,72 463.245.395,36 596.908.402,08
SALDO CASSA AL 31 DICEMBRE (=) 16.378.276,73
PAGAMENTI per azioni esecutive non regolarizzate al 31 dicembre (-) 0,00
FONDO DI CASSA AL 31 DICEMBRE (=) 16.378.276,73
RESIDUI ATTIVI (+) 173.024.404,14 108.340.076,69 281.364.480,83
  di cui derivanti da accertamenti di tributi effettuati sulla base della stima del dipartimento delle finanze
RESIDUI PASSIVI (-) 58.478.403,05 132.853.239,73 191.331.642,78
FONDO PLURIENNALE VINCOLATO PER SPESE CORRENTI (-) 108.911,79
FONDO PLURIENNALE VINCOLATO PER SPESE IN CONTO CAPITALE (-) 62.429,20
RISULTATO DI AMMINISTRAZIONE AL 31 DICEMBRE 2016  (A) (=) 106.239.773,79
Composizione del risultato di amministrazione al 31 dicembre 2016
Parte accantonata
Fondo crediti di dubbia esigibilità al 31/12/2016    110.744.901,83
Fondo rischi  al 31/12/2015        1.883.390,55
Fondo utenze al 31/12/2015           167.239,12
Fondo rischi del 2016           814.118,27
Fondo indennita di fine mandato             40.000,00
Totale parte accantonata (B)    113.649.649,77
Parte vincolata
Vincoli derivanti da leggi e dai principi contabili          352.024,42
Vincoli derivanti da trasferimenti     14.184.105,66
Vincoli derivanti dalla contrazione di mutui     21.144.779,11
Vincoli formalmente attribuiti all’ente     29.025.131,21
Altri vincoli     15.962.651,58
Totale parte vincolata (C)  

80.668.691,98

Totale parte destinata agli investimenti (D)  

1.946.433,49

Totale parte disponibile (E=A-B-C-D) –    90.025.001,45
Se E è negativo, tale importo è iscritto tra le spese del bilancio di previsione come disavanzo da ripianare