Messina, De Luca: “Contro di me un’ accusa ignobile, sono sempre stato assolto”

Il Tribunale di Messina assolve Cateno De Luca per il “Sacco di Fiumedisi”, il neo deputato regionale, ai domiciliari per evasione fiscale, torna a parlare sui social: “Mi difenderò anche da questa ignobile accusa, dopodiché mi auguro che la politica prevalga sull’infamia della calunnia”

cateno de luca messinaDopo la sentenza di assoluzione Cateno De Luca è tornato a parlare su Facebook. Lo ha fatto per ringraziare il Tribunale di Messina, i suoi sostenitori, i suoi elettori e i suoi legali: “oggi e’ un giorno importante per me e per la mia famiglia e per chi ha creduto in me“- ha detto in un video pubblicato nella sua pagina social.  Il neo eletto deputato alla Regione siciliana si è detto dispiaciuto per la prescrizione sollevata su alcuni capi sui quali ha anticipato la possibilità di rinunciare e di andare avanti in appello. “Il motivo- ha detto- è molto semplice perché ho subito in questi 7 anni 15 procedimenti penali , sono stato assolto sempre, tante accuse sono state archiviate per inconsistenza delle stesse. Io voglio sempre la giustizia giusta ed essere assolto“. De Luca ha ha lanciato una sfida a Salvini e Grillo, ai quali chiede un confronto: “ li sfido in qualunque posto- ha dichiarato- io non sono un politico sono un amministratore, ho fatto sempre del buon governo una condizione fondamentale pertanto voglio che da questo punto di vista ci sia sempre giustizia“. Il deputato regionale del Centrodestra si trova attualmente in stato di detenzione per l’accusa di evasione fiscale:  “Mi difenderò anche da questa ignobile accusa- ha detto sempre sui social- dopodiché mi auguro che la politica prevalga sull’infamia della calunnia. Chi fa politica si deve confrontare sui temi politici e smetterla di appioppare patenti di moralità solo per nascondere la propria imbecillità politica e amministrativa. Auguro all’Italia e alla Sicilia di poter guardare negli occhi i veri amministratori e chi ha fatto della politica e del buon governo una scelta pagando prezzi salati. Io- ha concluso- non cerco vendetta solo giustizia”.