Messina, arrestato Cateno De Luca. Bindi: “già segnalato dalla Procura e dalla Prefettura”

Messina, arrestato Cateno De Luca. Bindi: ”il nome di De Luca – ha spiegato – era stato segnalato non solo da Cancelleri, ma anche dalla Prefettura e dalla Procura”

bindi-4L’arresto del neodeputato siciliano dell’Udc Cateno De Luca, finito ai domiciliari a Messina con l’accusa di un’evasione fiscale da quasi 2 mln di euro, “è un fatto gravissimo, ma non il primo. Auguriamoci che possa essere uno degli ultimi”. Lo ha detto la presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi, a margine di un convegno a Roma sulla nuova disciplina antiriciclaggio. “Il nome di De Luca – ha spiegato – era stato segnalato non solo da Cancelleri, ma anche dalla Prefettura e dalla Procura. È l’ennesima dimostrazione che gli strumenti di cui disponiamo per tutelare l’elettorato nel nostro Paese sono inadeguati e insufficienti”. “Non solo per i tempi a disposizione delle Commissioni elettorali per valutare la regolarità della situazione giuridica dei candidati, in base alle leggi, in particolare alla legge Severino”, ha concluso Bindi.