Ceccato 98 – Pasta margherita

ceccato 98di Enzo Cuzzola - Il mio non era un padre prepotente, sembrava comandare su noi figli, ma alla fine si lasciava sempre convincere. Il mio, sembrava un padre burbero, ma non lo era. Il mio sembrava un padre freddo, ma in fondo era un vulcano di amore per i propri figli. Lo capivo ogni giorno di più, da come manifestava, con i suoi silenzi, tutto il suo amore per mia madre, le mie sorelle (per le quali stravedeva), per i miei fratelli e per me. La sua famiglia, cioè noi, eravamo tutto per lui. Era un padre democratico, non c’era che dire!

Ma su una cosa, il mio, era un padre intransigente, la cucina. Sceglieva lui cosa cucinare. I suoi trascorsi di primo cuoco, alla mensa degli ufficiali Americani, della prigionia nelle Hawaii, lo rendevano intransigente. Era lui a scegliere il menù. Ma, al contrario, dei grandi cuochi, cucinava ciò che piaceva a lui e non ciò che piaceva agli avventori, cioè i suoi figli e, quando c’era, suo fratello prete. Sua moglie non contava, tanto gli piaceva sempre tutto quello che il suo uomo cucinava. Amava la pasta margherita. L’avrebbe cucinata anche tutti i giorni, ma si frenava. Ce la propinava almeno due volte a settimana, in ogni salsa. Alla norma, con i broccoli, con le verdure, col pomodoro, al sugo di pesce. Ma, andava ghiotto per la pasta margherita al sugo di pesce stocco. Era un rito settimanale.

A me la pasta margherita non piaceva, in nessuna salsa. Ma ero stato educato a mangiare tutto, senza protestare. Però era più forte di me, la pasta margherita mi dava la nausea. Ma la mangiavo per non dispiacere mio padre e per non disubbidire. Solo ogni volta comunicavo a mio padre che quella pasta proprio non mi piaceva. Ma mio padre sembrava cascare delle nuvole e, dimostrandosi sorpreso, esclamava “Ma come, la volta scorso l’hai mangiata tutta. Ti sei pure leccato i baffi”. Mi arrabbiavo nero, ma poi mangiavo, consapevole che quella scena si sarebbe ripetuta di lì a qualche giorno. Avrei, comunque, odiato per la vita la pasta margherita.

Clicca qui per l’indice completo