Capo d’Orlando: il Consiglio Comunale approva il rendiconto 2016 con due milioni e 600mila euro di avanzo di amministrazione

comune di capo d'orlandoIl Consiglio Comunale di Capo d’Orlando, con nove voti a favore e quattro contrari, ha approvato il rendiconto di gestione per l’esercizio finanziario 2016. Era stato il commissario ad acta Domenico Mastrolembo Ventura, nominato dall’Assessorato Regionale agli Enti Locali, a convocare il Consiglio per gli adempimenti relativi all’approvazione del consuntivo 2016. “Il Comune di Capo d’Orlando – ricorda il Presidente del Consiglio Carmelo Galipò - era stato commissariato insieme ad altri 264 Comuni in tutta la Regione e 74 nella sola Provincia di Messina”. “La gestione dell’anno 2016 è stata chiusa con un avanzo di amministrazione di oltre due milioni e 600mila euro – ha affermato l’Assessore al Bilancio Cristian Gierotto – numeri che ci soddisfano e, soprattutto, mettono al riparo l’Ente da rischi futuri. E’ la dimostrazione di una gestione attenta, diligente ed equilibrata”. Nel suo intervento in aula, il Sindaco Franco Ingrillì ha evidenziato che “Nonostante il periodo di grave crisi che ha coinvolto gli Enti Locali siciliani con gravi tagli e ritardi nell’erogazione dei contributi statali e regionali il Comune di Capo d’Orlando, con una amministrazione oculata delle spese, è riuscito ad onorare debiti pregressi nei confronti di imprese e fornitori. Siamo consapevoli che la situazione non è florida – ha proseguito il Sindaco – ma lo sforzo compiuto con la nostra azione amministrativa è stato ispirato alla diligenza del buon padre di famiglia e su questa strada intendiamo proseguire, per rispettare gli impegni assunti e soprattutto mantenere un elevato standard qualitativo dei servizi alla comunità senza aumentare le imposte comunali”. L’Assessore al Bilancio Cristian Gierotto ha sottolineato poi l’attività di spending review intrapresa dall’Amministrazione “che ha inciso in modo significativo su alcuni costi di gestione grazie ad un’attenta analisi preventiva di contratti e impegni, garantendo e promuovendo la libera concorrenza a tutela del risparmio pubblico ed a beneficio dell’economia locale”.