Calabria: nuova circolare per i Comuni che hanno aderito alla Giornata Nazionale degli Alberi

Calabria: nuova circolare per i Comuni che hanno aderito alla Giornata Nazionale degli Alberi

messina-giornata-nazionale-alberi-2016In occasione della prossima Giornata Nazionale degli Alberi del 21 novembre 2017  le Amministrazioni Comunali che hanno aderito o stanno aderendo alla Carta dei Comuni Custodi della Macchia Mediterranea potranno partecipare Sabato 11 novembre 2017 ore 10:00  a Castelbuono l’incontro promosso dall’Amministrazione Comunale con il Comitato Promotore e Martedì 21 novembre 2017 dalle ore 10:00 a Caltagirone nel Bosco di Santo Pietro nella Base Naturalistica del Ramarro Sicilia  la XXV Festa della Macchia Mediterranea e la Tavola Rotonda: Macchia Mediterranea e Capitale Naturale: Misurare il Valore dell’Ambiente. “Cogliamo l’occasione della prossima Giornata Nazionale degli Alberi (in realtà una festa degli alberi esiste gia’ da tempo immemore, quando il nostro paese era ancora “regno”. Essa fu istituita dall’art.104 del regio decreto 30 dicembre 1923, n.3267, anche in questo caso con scopi di educazione ed informazione ambientale, di intesa tra gli allora ministeri dell’economia e dell’istruzione pubblica) per ricordare 3 punti qualificanti della Legge 10/ 2013:

a)    Catasto degli Alberi Monumentali: l’art. 7 della Legge 10/2013 riporta le “disposizioni per la tutela e la salvaguardia degli alberi monumentali, dei filari e delle alberate di particolare pregio paesaggistico, naturalistico,monumentale, storico e culturale” e a tal fine si definiscono i criteri per identificare un albero monumentale, rendendoli univoci ed omogenei su tutto il territorio nazionale (La specie monumentale più rappresentata in Italia e’ la Roverella (Quercus pubescens), con  210 esemplari (Lisa,2011; https://goo.gl/vQsS3b);

b)    Un albero per ogni neonato: a proposito della messa a dimora di nuovi alberi, la Legge 10/2013, all’art.2 cerca anche di rivitalizzare la legge n.113 del 29 gennaio 1992, quella sull’obbligo per il comune di residenza di porre a dimora nel territorio comunale un albero per ogni neonato: se da una parte l’obbligo riguarda ora i comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, entro 6 mesi non più 12 dalla registrazione del bimbo all’anagrafe, dall’altra tale obbligo e’ esteso anche a “ciascun minore adottato”;

c)    Bilancio Arboreo: introducendo l’art.3 bis, la Legge 1072013 fa esplicito riferimento all’obbligo per i Comuni, entro un anno dall’entrata in vigore della legge stessa, di censire e classificare gli alberi piantati nel proprio territorio e per il sindaco, due mesi prima della scadenza naturale del mandato, di rendere noto il bilancio arboreo del comune, ossia il rapporto tra numero di alberi piantati al principio ed al termine del suo mandato, dando anche conto dello stato di consistenza e manutenzione delle aree verdi urbane. Una misura, quindi, dell’impegno “verde”, di quanto ciascun sindaco abbia effettivamente contribuito a migliorare,attraverso questa specifica misura, il patrimonio arboreo della propria città.

Con le suddette iniziative si intende aderire allo spirito dettato dalla suddetta Normativa Nazionale in quanto la Giornata Nazionale degli Alberi va celebrata attraverso una serie di iniziative di educazione ed informazione ambientale, tra le quali la messa a dimora in aree pubbliche di piantine di specie autoctone, preferibilmente di provenienza locale, ad opera di scuole in collaborazione con Comuni, Regioni e Corpo Forestale dello Stato. Altresì ricordiamo agli Enti in indirizzo che possono sempre aderire al progetto e alleghiamo una bozza di Atto Deliberativo e la Carta dei Comuni Custodi della Macchia Mediterranea (con invito ad inoltrare copia della Deliberazione di Giunta Municipale all’indirizzo: ilramarrosicilia@libero.it)” conclude il Comitato Promotore Aurelio Angelini, Francesco Cancellieri, Renato Carella, Giuseppe Lo Paro, Vincenzo Piccione, Francesco Maria Raimondo, Salvatore Scuto.