Calabria, bimbo ricoverato in terapia intensiva per aver ingerito droga. Marziale: “ecco cosa succede se li liberalizza la droga”

Le parole del sociologo Antonio Marziale, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria sul caso del bimbo ricoverato per aver ingerito droga

bambino ospedaleQualunque sia la dinamica che ha portato un bimbo di appena 11 mesi in terapia intensiva a Cosenza, per avere ingerito verosimilmente dell’hashish, la società, oltre alla legge, deve reagire con fermezza, rompendo il muro della dialettica che da decenni imperversa su un terreno culturale e politico tendente alla liberalizzazione delle droghe. Ecco cosa può accadere qualora fosse possibile detenere legalmente droga in casa o in luoghi frequentati anche da bambini, alla stregua di un pacco di caramelle”: è la riflessione del sociologo Antonio Marziale, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, che conclude “auspicando che gli inquirenti facciano piena luce sulle responsabilità”.