Aurora Reggio, clamorosa ingenuità: la vittoria col Cutro si trasforma in una sconfitta a tavolino, esonerato mister Arcidiaco [DETTAGLI]

Aurora Reggio: sarà data la partita persa ( l’ufficialità nella giornata odierna) alla compagine reggina che scivola così al penultimo posto della classifica dopo aver assaporato per poco la possibilità di tirarsi fuori dalla griglia play out

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Non hanno avuto il tempo di festeggiare la prima vittoria casalinga  in campionato con il Cutro,  che a distanza di poche  è arrivato  in maniera puntuale, ma diremmo anche in maniera corretta,  il ricorso del Cutro in riferimento ad una sostituzione errata  ( Procopio al posto di Puccinelli privando di fatto l’assenza di un 99 in campo)   operata dallo staff tecnico dell’Aurora. Sarà, data a questo punto la partita  persa ( l’ufficialità nella giornata odierna) alla compagine reggina che scivola così al penultimo posto della classifica dopo aver assaporato per poco la possibilità di tirarsi fuori dalla griglia play out. Un errore questo che è costato la panchina al tecnico Arcidiaco ( ma le colpe sono solo sue o   andrebbero ripartite in parti eguali con tutti gli altri?) che probabilmente in panchina  ci stava ma, da separato in casa, considerato che la dirigenza reggina non era affatto contenta delle prestazione che la squadra  riusciva a fornire in campo da qualche settimana . Così come non era contenta sulla gestione del gruppo se si considera che quasi in ogni partita si registrava una espulsione. E siccome la gestione – secondo il punto di vista della dirigenza –  a livello caratteriale ed emotivo spetta allo staff tecnico si è ritenuto a malincuore sollevare dall’incarico Arcidiaco che lascia così la squadra dopo sole 9 giornate con un misero bottino di 6 punti.  “ E’ stata una decisione sofferta da parte nostra, ma obbligata per cercare di dare una sterzata – ha dichiarato il massimo responsabile della Società Cuzzocrea – ad un gruppo apparso da qualche settimana nervoso spento  e privo di stimoli.  La decisione sul cambio tecnico  –  spiega ancora Cuzzocrea-   potevamo prenderla dopo la batosta di Acri o  dopo il pari interno di Soriano  e,  se questo  non lo abbiamo fatto è stato perché in Arcidiaco abbiamo avuto sempre  grande fiducia. Evidentemente all’interno del gruppo in questi ultimi giorni abbiamo notato qualcosa di diverso soprattutto nel rapporto giocatori-tecnico ecco il motivo per il quale abbiamo ritenuto opportuno fare questa scelta. Riteniamo  – conclude il Presidente dell’Aurora-  di aver allestito una buona squadra e che non sia meritevole di questa posizione ” . Si è a questo punto  alla ricerca di una nuova figura tecnica in vista del delicato scontro esterno di Locri. Nessuna ufficialità da parte dello staff societario ma con ogni probabilità il nuovo condottiero dovrebbe essere il cileno Yorge Vargas.  Una figura  assolutamente importante  non solo dal punto di vista tecnico ( lo scorso anno è stato il responsabile tecnico della Reggina categoria Beretti) ma anche di immagine essendo stato lo stesso il capitano della compagine amaranto nel massimo campionato. A lui il delicato compito di fare  garantire alla squadra la permanenza nel massimo campionato regionale. Fermo restando che tra qualche settimana la dirigenza dovrà intervenire  necessariamente sul mercato di riparazione per garantire al nuovo tecnico quell’attaccante che in questo inizio di campionato non c’è stato.

Nino Neri