Allerta Meteo, la tempesta si dirige verso l’estremo Sud: bombe d’acqua verso la Calabria e Sicilia

Allerta Meteo al Sud per forte maltempo in arrivo su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia: temperature in picchiata di oltre 10°C dopo il caldo anomalo di stamattina

shelf-cloud-3-586x420Allerta Meteo- L’ondata di maltempo che sta colpendo l’Italia in queste ultime ore del mese di Novembre si sposta sempre più a Sud: dopo una notte tempestosa, abbiamo ancora forti venti meridionali nelle zone joniche, con temperature in forte aumento. Il cielo è coperto da una spessa coltre di nubi e di sabbia proveniente dal Sahara. Le temperature sono molto miti, addirittura +23°C a Piraino, +22°C a Catania, Siracusa, Augusta, Barcellona Pozzo di Gotto, Cefalù, Falcone, Castelbuono e Brolo, +21°C a Noto, Ispica, Pachino, Riposto e Capaci, +20°C a Palermo, Crotone, Paternò e Roseto Capo Spulico, +19°C a Reggio Calabria, Catanzaro, Nova Siri Marina, +18°C a Taranto, Lecce, Cosenza, Brindisi, Gallipoli, Monopoli, Fasano, Scanzano Jonico e Marconia, +17°C a Napoli, Bari, Foggia, Pozzuoli e Battipaglia. Piogge torrenziali hanno colpito la Campania, con picchi di 100mm nella notte e conseguenti disagi in molte località. Strade impraticabili a Castellammare di Stabia (Napoli) a causa dell’esondazione del Sarno: in via Ripuaria sono al lavoro i tecnici comunali per riportare la situazione alla normalità. Secondo quanto rende noto la Protezione Civile della Regione Campania, le esondazioni, causate dalle abbondanti precipitazioni, hanno interessato anche San Marzano sul Sarno (Salerno), dove si registra l’allagamento di numerosi scantinati. Abbondanti le precipitazioni, la scorsa notte, su tutta la Campania, in particolare nell’Irpinia dove i vigili del fuoco sono dovuti intervenite, in diverse località, per la caduta di alberi.

Ma i problemi più seri sono provocati dal vento impetuoso, che ha raggiunto raffiche di 144km/h sul Monte Partenio, 105km/h a Termini Imerese, 91km/h a Brindisi e Procida, 89km/h a Napoli, 85km/h ad Avellino, 83km/h a Palermo, 78km/h a Cava de’Tirreni e Arienzo, 71km/h a Messina, 70km/h a Lecce, 67km/h a Benevento, 63km/h a Reggio Calabria. Corse sospese nel golfo di Napoli da questa mattina, allagamenti e un urto tra due traghetti ieri nel tardo pomeriggio, quando erano fermi al porto, a causa di raffiche forza 5 su Napoli. Forte vento e pioggia determinano danni e disagi in Campania, dove l’allerta arancione permarra’ fino alle 18 di oggi. Scuole chiuse in molti comuni del Salernitano. Allagamenti, alberi caduti, pali dell’illuminazione divelti, il tutto per una trentina dii interventi nel corso della notte dai vigili del fuoco del comando provinciale di Avellino. La situazione piu’ grave a Montoro, dove si sono allagati cantine, garage e piani terreni di alcune contrade. Ad Avellino si e’ registrato un black out elettrico per alcune ore, dovuto al danneggiamento di una centralina ma il guasto e’ stato riparato. A Serino i vigili del fuoco sono intervenuti per rimuovere un palo dell’illuminazione che era caduto sulla strada che conduce al monte Terminio. Disagi anche a Forino per allagamenti dei piani interrati nella frazione Celzi.

Sono stati trenta gli interventi dei vigili del fuoco a causa del forte vento che ha sferzato Palermo e la provincia per tutta la notte. Numerosi gli alberi caduti che hanno bloccato la circolazione da Partinico e fino a Cefalu’. I vigili del fuoco hanno lavorato per rimuovere i grossi tronchi dalla sede stradale, ma ancora ci sono degli interventi in coda. A Palermo e’ crollato un cornicione da un palazzo nobiliare in corso Vittorio Emanuele, dove polizia municipale e vigili del fuoco sono intervenuti per transennare l’area e provvedere con la messa in sicurezza. Il tratto che collega via Roma ai Quattro Canti e’ stato chiuso temporaneamente. Il forte vento ha causato altri disagi in citta’. Alcuni cavi dell’Enel sono caduti nella zona di Ciaculli, mentre un palo della telefonia e’ pericolante nella zona della linea ferroviaria a Bagheria. Ancora pompieri in azione nell’area di servizio di Caracoli per mettere in sicurezza le pensiline dell’impianto di carburante. Disagi, a causa del maltempo, nei collegamenti fra la Sicilia e le isole minori. A causa del persistere delle avverse condizioni meteorologiche, la Siremar ha sospeso la corsa delle 13.50 Milazzo-Eolie-Napoli. Per gli stessi motivi le navi veloci Isola di Stromboli e Isola di Vulcano sono state costrette a non approdare a S. Marina di Salina e Vulcano. Nelle prossime ore i forti venti si attenueranno, ma il maltempo arriverà all’estremo Sud con forti piogge e temporali a partire dalla Sicilia tirrenica occidentale nel pomeriggio di oggi. Attenzione a Palermo, che sarà colpita da una forte bomba d’acqua. Le temperature crolleranno di oltre 10°C in poche ore, provocando forti piogge, grandinate e trombe d’aria. Il maltempo al Sud continuerà anche domani, Venerdì 1 Dicembre, con temperature in netto calo, estendendosi dalla Sicilia tirrenica anche a Calabria, Basilicata e Puglia. Sui rilievi appenninici arriverà anche la neve. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale:


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE