Allarme alluvioni a Reggio Calabria, Tansi: “larghezza fiumare troppo ridotta”

Allarme alluvioni a Reggio Calabria, Tansi: “nei prossimi mesi giorni istalleremo nelle fiumare della città, dei sensori che daranno, in tempo reale, la quota e l’altezza dell’acqua rispetto all’altezza degli argini”

Fiumare Reggio (4)“Nel territorio di Reggio Calabria passano sette fiumare che fino agli anni ’50 arrivavano ad una larghezza di anche 250 metri. Con il passare del tempo, con l’urbanizzazione della città e con il boom edilizio tra gli anni ’60 e ’70 le fiumare sono state sempre piùristrette, con sezioni addirittura di 20 metri di larghezza”. Lo ha dichiarato all’agenzia Dire il geologo Carlo Tansi (dirigente della Protezione civile della Regione Calabria, ndr) ieri ad un convegno scientifico sulla difesa e valorizzazione delle fiumare di Reggio Calabria. “Ad esempio quella che passa sotto la pista dell’aeroporto Tito Minniti – ha aggiunto Tansi – è larga 13 metri, prima era di 180 metri. Se la fiumara nel corso dei millenni ha costruito un alveo di 180 metri ci sara’ stato un motivo, se noi la riduciamo a meno di venti metri poi l’acqua va dove non dovrebbe andare, invadendo il tessuto urbano, ad esempio, e provocando dei danni”. “Nei prossimi mesi giorni istalleremo nelle fiumare di Reggio Calabria, dei sensori che daranno, in tempo reale, la quota e l’altezza dell’acqua rispetto all’altezza degli argini. Quando l’acqua arrivera’ verso gli argini – ha concluso il geologo – saremo in grado di segnalare l’allerta meteo e quindi sgomberare le case nelle zone di possibile esondazione”. Nel corso del convegno e’ intervenuto anche il prof. Pasquale Versace, ritenuto un luminare del rischio idraulico, che ha messo in evidenza l’importanza della prevenzione anche per via dei sempre piu’ frequenti fenomeni atmosferici improvvisi che colpiscono i centri urbani, come capitato di recente a Reggio Calabria con una pioggia intesa che non accadeva da circa quindici anni.