A Reggio Calabria presentati il concerto “Preludio” e l’opera “Negro amor” [FOTO]

Reggio Calabria: i Maestri Gilberto Gil e Aldo Brizzi hanno incontrato gli studenti per presentare il concerto “Preludio” e l’opera “Negro amor” che i due artisti stanno scrivendo a quattro mani

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

In occasione dello straordinario evento “Preludio”, che si terrà il giorno 5 novembre 2017 alle ore 21.00 al Teatro Cilea di Reggio Calabria, il Conservatorio “F. Cilea” ha ospitato oggi pomeriggio nella sua sede i Maestri Gilberto Gil e Aldo Brizzi per un incontro con gli studenti in cui sono stati presentati il concerto “Preludio” e l’opera “Negro amor”, che i due artisti stanno scrivendo a quattro mani. Ha introdotto gli ospiti il docente dell’istituto Giovanni Guaccero, sono stati presenti all’incontro l’Assessore al Patrimonio Artistico e Culturale Irene Calabrò ed il il promoter Ruggero Pegna.

Gilberto Gil (Salvador, 1942) , compositore, cantante e chitarrista, personaggio tra i più innovativi e influenti della cultura brasiliana da 50 a questa parte, fondatore, insieme a Caetano Veloso, del movimento definito “tropicalismo”, ex ministro della cultura del governo brasiliano, vincitore di numerosi premi Grammys, nominato dall’UNESCO come “artista per la pace”, ex ambasciatore ONU, ha inciso più di 50 dischi ed è considerato uno dei più grandi personaggi della storia della musica brasiliana e della popular music internazionale. Aldo Brizzi (Alessandria, 1960) compositore e direttore d’orchestra di formazione classica, si è perfezionato con Leonard Bernstein, Pierre Boulez e Sergiu Celibidache. Negli anni ottanta ha frequentato Giacinto Scelsi, dal quale è stato molto influenzato. Ha scritto musiche per gruppi ed orchestre quali gli archi della Filarmonica di Berlino, l’Orchestre Philharmonique de Radio France, Arditti String Quartet, etc. Ha diretto alcune tra le maggiori orchestre del mondo. Da tempo è legato profondamente alla musica del Brasile, dove ha vissuto per molto tempo.

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
Foto StrettoWeb / Salvatore Dato