Villa San Giovanni, città della piparella: terza edizione della sagra

Villa San Giovanni, città della piparella: terza edizione della sagra. La Parrocchia di Maria SS. del Rosario affidata alla Comunità dei Padri Somaschi, in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna del Rosario, ha voluto riproporre questo evento

sagra piparellaVenerdì 29 settembre si è svolta in Piazza Rosario a Villa San Giovanni la III Sagra della Piparella. La Parrocchia di Maria SS. del Rosario affidata alla Comunità dei Padri Somaschi, in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna del Rosario, ha voluto riproporre questo evento, dopo il successo degli anni precedenti, per aumentare fra i cittadini la consapevolezza di questo prodotto locale come strumento di comunità e identità. La sagra, patrocinata dal Comune di Villa San Giovanni – Assessorato Attività Produttive – è stata realizzata in collaborazione con la Comunità del cibo “Piparelle di Villa San Giovanni” – Slow Food e con l’Istituto Professionale Alberghiero Turistico di Villa San Giovanni che ha portato in piazza l’esperienza dei professori e il prezioso talento dei giovani studenti (da non lasciar fuggire via dalla nostra amata terra). La serata è iniziata con un saluto da parte dei giovani organizzatori della Parrocchia, che hanno voluto ribadire due proposte lanciate sin dalla prima edizione: la prima è che la piparella riceva un riconoscimento ufficiale da parte del Comune (es. la De.co) per la tutela e valorizzazione della sua originalità; la seconda è che si leghi simbolicamente la piparella al nome della nostra città: Villa, città della piparella!  A seguire hanno preso la parola il parroco P. Pasquale Macchia crs, i produttori presentando la loro degustazione, il prof. Francesco Foti referente del presidio Slow Food Versante dello Stretto e Costa Viola e la professoressa dell’alberghiero Enza Loiero. Grazie alla generosità e alla partecipazione attiva di Pasticceria Bellantone, The New Greco, Ideal Bar, Caffè Garibaldi e Le Golosie, la terza edizione della sagra ha avuto un grande successo di pubblico, segno che l’evento è ormai atteso e apprezzato da tutta la città. I produttori hanno avuto a disposizione uno spazio espositivo per far degustare le piparelle in abbinamento ad altri prodotti locali (vini, liquori, gelato, mousse, ecc.) e per raccontare la storia e la tradizione di questo dolce.  Grande novità di questa edizione è stato il concorso “Giovani chef della Piparella”: gli studenti dell’alberghiero divisi in gruppi hanno presentato 3 diverse degusationi di piparella che sono state giudicate dai pasticcieri professionisti presenti. Hanno vinto le studentesse che hanno abbinato alla piparella una deliziosa glassa di cioccolato e sono state premiate dall’assessore Pietro Caminiti che ha ringraziato il parroco e i giovani della parrocchia per l’iniziativa, ridadendo il suo impegno per la valorizzazione di questo prodotto locale.  La serata, arricchita dalla musica dei “Tintarella di luna” e dagli arancini, preparati dalla comunità parrocchiale, è stata un’occasione di aggregazione e socialità all’insegna della gastronomia tipica e della cultura locale.