“Vai a messa la Domenica, non aspettare che ti portino gli altri”: il volantino-provocazione del parroco reggino

“Vai a messa la Domenica, non aspettare che ti portino gli altri”: il volantino-provocazione di don Giovanni Zampaglione sulla jonica reggina fa discutere e alimenta il dibattito anche sul web

vieni a messa la domenica a4Vai a messa , non aspettare che ti portino gli altri…“: queste parole sono state messe per scritto su un volantino e affisso in tutti i posti del paese dal parroco don Giovanni Zampaglione. “Ho visto fare tutto questo a un mio confratello di Salerno e ho deciso di “lanciare” una sfida ai fedeli di Marina di S.Lorenzo” spiega don Giovanni a StrettoWeb. “D’estate la chiesa SS.Trinita’ e’ piena di fedeli, (infatti aggiungo un’altra messa…) d’inverno invece si fa “fatica” a santificare il giorno del Signore. Nelle visite alle famiglie e nelle lettere che ho inviato alla comunità – ci dice il parroco – ho raccomandato spesso l’importanza della domenica e l’importanza della partecipazione dei genitori affinche’ “accompagnino” domenicalmente i loro figli a messa. Qualche giorno fa mi si e’ accesa ” la lampadina” e ho detto a me stesso :” L’unico modo per scuotere ( lo spero) le coscienze e’ fare un volantino mettendo un’immagine “forte”…. L’immmagine della bara e’ un modo per ricordare a tutti che non si puo’ aspettare la morte per andare in chiesa ( o solo a Natale e Pasqua) ma ogni domenica va santificata. E’ nell’appuntamento domenicale che ci scopriamo popolo di Dio , comunita’ unita da legami umani e spirituali forti e profondi e possiamo apprezzare la gioia dell’essere insieme. La messa domenicale e’ la FESTA DELLA COMUNITA’. In questi anni ho cercato di fare passare alle mie comunita’ la duplice idea ( COMUNITA’- COMUNIONE) .Non si puo’ vivere da soli o pensare di stare a criticare “dai balconi” . Queste due idee saranno vincenti se li viviamo e sentiamo il desiderio di assaporare la bellezza d’incontrarci con Cristo e i fratelli la domenica . Mi auguro che questo volantino ( forse urtera ‘ tanti…) scuota tante coscienze delle mie comunita’ , di tante comunita’, e di questa societa’ spesso malata di indifferenza e di solitudine ma bisognosa di creare ponti di amicizia e legami d’amore e soprattutto vogliosa di incontrarsi la Domenica. Io penso- conclude il parroco don Giovanni che se ognuno di noi ha compreso il messaggio positivo che c’e’ in questa locandina allora potra’ dire a stesso e agli amici: ” SIGNORE, CI VEDIAMO DOMENICA PROSSIMA A MESSA , NON POSSO ASPETTARE CHE ALTRI ….MI CI PORTINO!!!!”

Copia di vieni a messa la domenica a4