Sicilia, Armao: “piattaforma di idee per lo sviluppo e la divisa condivisa per rilanciare la Regione”

Il civismo, motore della buona politica. Armao: “piattaforma condivisa per rilanciare la Sicilia”

Rete d'impresaUn confronto proficuo e di condivisione”.  Questo il commento di Gaetano Armao, leader dei Siciliani Indignati e Vicepresidente designato della coalizione di centrodestra, subito dopo aver incontrato Alessandro Porto, candidato civico nelle liste di Forza Italia a Catania. “La piattaforma di idee per lo sviluppo e la difesa della Sicilia – ha continuato Armao – che, come Movimento dei Siciliani Indignati, abbiamo lanciato, nella sostanziale carenza programmatica delle coalizioni, incontra un consenso sempre più ampio e rappresenta un riferimento politico. Tra i siciliani, soprattutto i più giovani c’è una grande voglia di politica fatta di idee, pulita, innovativa, che non sopporta il carrierismo dei politici di professione e punta al cambiamento reale e solo con il pieno coinvolgimento di cittadini liberi si può combattere l’astensionismo e la disaffezione verso le istituzioni. Mi auguro che Alessandro Porto possa portare la sua passione politica nel Parlamento siciliano dove avrà modo di impegnarsi insieme ad altri amici ai quali mi unisce l’impegno per una grande riforma della Regione”. “Sono molto soddisfatto – ha commentato Alessandro Porto della sintonia che ho riscontrato tra le mie convinzioni e le posizioni del professore Armao, contenute peraltro nel Manifesto dei Siciliani Indignati. Sono  convinto che si svilupperà da oggi un forte impegno comune e sono certo che la strada imboccata sia quella giusta e che risponda all’esigenza di cambiare il modo di intendere il rapporto tra politica e cittadini, in un’ottica di rinnovamento e sviluppo della Sicilia”. Nei prossimi giorni è prevista a Catania la partecipazione del professore Armao ad alcuni incontri di sostenitori di Alessandro Porto.